30 aprile 2013

Recensione "Bianca come il latte rossa come il sangue" di Alessandro D'Avenia


Buona sera divoratori, stasera voglio parlarvi di Bianca come il latte rossa come il sangue di Alessandro D'Avenia.

Leo è un ragazzino di 16 anni.
Il bianco lo spaventa. Il bianco significa assenza, perdita. Il rosso amore, passione, sangue. Rosso è anche il colore dei capelli di Beatrice, la persona che più ama al mondo. Ma Beatrice è malata. Così Leo dovrà affrontare questa triste realtà, ma non è solo: con lui c'è la sua amica del cuore Silvia e il nuovo professore di filosofia, pronti ad incoraggiarlo e a dare consigli.

Ne ho così tanto sentito parlare che alla fine l'ho letto anch'io.
Il libro tratta un argomento molto interessante. Il metodo di scrittura non è molto semplice, ma nemmeno tanto difficile. Una via di mezzo, anche se a volte ho dovuto soffermarmi un po' di più per rileggere qualche frase che mi era difficile comprendere. Ma in fin dei conti, mi è piaciuto molto, specialmente le riflessioni di Leo e i consigli del professore di filosofia. La storia è molto bella, ma non mi ha fatto impazzire e il finale è una delusione.

In conclusione, è un bel libro e lo consiglio.

Appena vedrò il film farò un post LIBRO vs FILM :D
A voi la parola!

27 aprile 2013

Differenze tra il libro e il film di Hunger Games


Salve divoratori. Primo post della rubrica: Libro vs film.
Il libro e il film in questione è Hunger Games.


Partiamo dal fatto che prima ho visto il film e mi è piaciuto, dopo ho letto il libro ed è stato subito amore. E delusione per il film. Il libro è tutto un'altra cosa, un altro mondo.

Questa differenza enorme parte dal fatto che il libro è narrato in prima persona dalla protagonista, Katniss, e quindi prevalgono i suoi pensieri. E questo secondo me è il fatto che ha complicato tutto.
olte cose che non sono spiegate nel film sono spiegate nel libro, ma nei pensieri di Katniss. E dunque molte cose non possono essere riportate nel film e alcune ce le lasciano intendere.

Le principali differenze sono:
    • L'assenza di Madge (figlia del sindaco) nel film. A mio parere lei era un personaggio fondamentale poiché dona la spilla con la ghiandaia imitatrice a Katniss e farà altre comparse negli altri libri. Mentre nel film è un'anziana signora a donarle la spilla. 
    • Hanno cambiato il nome di un personaggio, da Glimmer a Lux. 
    • Nel libro la gamba di Peeta viene ferita dagli ibridi, amputata e rimpiazzata con una protesi di metallo. Nel film la gamba guarisce. (è stato un trauma scoprirlo). 
    • Verso la fine del libro Katniss non ci sente da un orecchio. Mentre nel film questa scena è omessa. 
    • La morte di Cato nel libro è lunga e dolorosa. 
    • Alla fine del libro Peeta scopre che Katniss ha finto di amarlo per tutto questo tempo. Nel film questa parte è omessa e infatti non si capisce la battuta finale di Peeta: 'Ancora una volta, per la televisione?' 
    • Nel film gli ibridi sono semplici bestie nere. Mentre nel libro hanno colori diversi poiché sono creati con il DNA degli altri tributi. 
Sperando che per Catching Fire il regista si sia impegnato di più, aspetto i vostri commenti ^_^

Recensione trilogia Hunger Games: Hunger Games, La ragazza di fuoco, Il canto della rivolta

Salve a tutti i divoratori :D
Oggi voglio parlarvi della mia saga preferita, ovvero di.. HUNGER GAMES! Recensirò tutti e tre i volumi della trilogia, vale a dire Hunger Games, La ragazza di fuoco e Il canto della rivolta.


Scriverò una breve trama, semplicissima, in modo da non spoilerare i libro per chi non l'avesse ancora letto e darò qualche informazione generale.

Hunger Games è ambientato in un'epoca futura, in una nazione chiamata Panem, che si crea dopo la distruzione del Nord America. Essa è divisa in 12 distretti, governati da una potente città, Capitol City. A causa di una ribellione avvenuta in passato, ogni anno Capitol City obbliga un ragazzo e una ragazza di ogni distretto a partecipare agli Hunger Games, dei giochi nei quali i concorrenti (tributi) devono lottare per sopravvivere, uccidendosi gli uni con gli altri.

Recensione trilogia Hunger Games

Ho letto la saga in due settimane. L'adoro da tutti i punti di vista.
Trovi di tutto: amore, amicizia, popolo, società, vita!
E' un libro che ti tiene incollato alle pagine, dove non puoi dire 'basta, continuo domani': è più forte di te. Non puoi fare a meno che leggere.

Consiglio a tutti coloro che hanno visto il film di leggere il libro anche se il film non è stato il massimo.
Io l'ho sempre consigliato a tutti e molte persone che non avevano apprezzato il film, mi hanno detto 'ma ho già visto il film' oppure 'ho visto il film ma non mi è piaciuto', mia risposta: IL LIBRO TI APRE UN MONDO CHE NEMMENO PENSAVI ESISTESSE. Innanzitutto il libro è scritto in prima persona, quindi la narratrice è Katniss. Noi sappiamo tutto per mezzo di lei. nel film si sono dovuti arrangiare e molte cose non puoi capirle se non hai letto il libro.

Ciononostante il semplice stile della Collins mi è piaciuto. Ho anche adorato del libro i colpi di scena a fine capitolo che ti bloccavano dalla tua vita sociale per un giorno e il fatto che nulla è come sembra, niente è rose e fiori.

Ah, dimenticavo. E' incredibile il modo in cui ti affezioni ai personaggi, anche quelli meno importanti. Poi la Collins ne ha per tutti.

Per quanto ho adorato la saga, in una parte di Mockingjay mi stavo annoiando.
I tristi pensieri di Katniss mi mettevano malinconia, ma per fortuna la scrittrice ha saputo controllare la situazione con i suoi colpi di scena. 

Avete letto la saga? Cosa ne pensate?
Presto articolo LIBRO vs FILM :D

26 aprile 2013

Recensione "Il diario del vampiro - Il ritorno" Lisa J. Smith

Salve divoratori, anche oggi vi parlo del 'Il diario del vampiro', questa volta però del primo volume del secondo ciclo.

Questo ciclo è composto da sei libri:
Titolo: Il diario del vampiro - il ritorno
Autore: Lisa J. Smith
Anno: 2009

Beh, a primo impatto ho avuto la sensazione che la scrittrice abbia mischiato un po' di cavolate per allungare la saga. Ho notato cose davvero assurde, che la Smith non spiega, ad esempio il passaggio da angelo\spirito a umana O.O (per chi ha letto la saga, sa a chi mi riferisco). Nonostante ciò, non riesco a smettere di leggere questa saga, e un capitolo tira l'altro. Una cosa che ho particolarmente amato in questo libro è il fatto che il personaggio di Damon prevale. Si scoprono molte cose di lui, e ogni tanto mi ha fatto anche sorridere. Promosso.

Fatemi sapere cosa ne pensate :) 
Leggi anche la recensione de Il diario del vampiro primo ciclo (il risveglio, la lotta, la furia, la messa nera)

22 aprile 2013

Recensione Il diario del vampiro, primo ciclo : Il risveglio, La lotta, La furia, La messa nera

Non avrei mai pensato che un giorno avrei iniziato questa saga. Avevo detto basta alle storie dei vampiri perché sono tutte le stesse ma, niente da fare! Un giorno entro in libreria, trovo il primo libro in formato tascabile soltanto ad un euro e lo compro.
Così dopo il primo ho letto anche il secondo, il terzo, il quarto e a breve inizierò il quinto.

Il diario del vampiro è una serie di romanzi paranormal romance. I libri sono in tutto 16, divisi in quattro cicli. Oggi vi recensirò il primo ciclo, formato da quattro libri, questi: 

Il risveglio (1991)

Elena è una ragazza molto popolare. Con l'inizio del nuovo anno il suo obbiettivo è conquistare il nuovo arrivato: Stefan. Con il tempo i due iniziano una relazione, e Elena scopre la verità su Stefan.

Come ho già detto, mai avrei pensato di iniziare questa saga.
Il modo in cui mi ha coinvolto nella lettura è sconvolgente, tanto da leggere i primi tre libri in una settimana! Inizialmente Elena mi dava sui nervi. Si comportava come una che se la tirava e quando Stefan non la cagava questo la faceva arrabbiare. Inoltre i due non si cagano per mesi, poi di punto in bianco stanno insieme e si amano o.o

Questi sono i due punti che non mi sono andati giù. Ma la parte più bella è il finale, ovvero quando entra in scena Damon, di cui se ne parla poco e niente. Tutto sommato il libro mi è piaciuto, tanto da iniziare il secondo.

Recensione "Ti prego lasciati odiare" di Anna Premoli

Salve divoratori :D
Ecco il mio primo e vero post sui libri! Oggi vi voglio parlare di Ti prego lasciati odiare che ho letto circa due settimane fa, in tipo 3 giorni.

Titolo: Ti prego lasciati odiare
Autore: Anna Premoli
Anno: 2013
Editore: Newton Compton
Compralo su amazon
Jennifer e Ian si conoscono da sette anni e gli ultimi cinque li hanno passati a farsi la guerra. A capo di due team nella stessa banca d’affari londinese, tra di loro è da sempre scontro aperto e dichiarato. Si detestano, non si sopportano, e non fanno altro che mettersi i bastoni fra le ruote. Finché un giorno, per caso, sono costretti a lavorare a uno stesso progetto: gestire i capitali di un nobile e facoltoso cliente.
E così si ritrovano a dover passare molto del loro tempo insieme, anche oltre l’orario d’ufficio. Ma Ian è lo scapolo più affascinante, ricco e ambito di Londra e le sue “frequentazioni” non passano mai inosservate: basta un’innocente serata trascorsa in un ristorante, per farli finire sulla pagina gossip di un noto quotidiano inglese. Lei è furiosa: come possono averla associata a un borioso, classista e pallone gonfiato come Ian? Lui è divertito, ma soprattutto sorpreso: le foto con la collega hanno scoraggiato tutte le sue assillanti corteggiatrici. E allora si lancia in una proposta indecente: le darà carta bianca con il facoltoso cliente se lei accetterà di fingersi la sua fidanzata. Sfida accettata e inizio del gioco! Ben presto però, quello che per Jennifer sembrava uno scherzo, si rivela più complicato del previsto e un bacio, che dovrebbe far parte della messa in scena, scatena brividi e reazioni del tutto inattesi…

Recensione Ti prego lasciati odiare

I protagonisti lavorano nella stessa banca d'affari e non fanno altro che litigare. Si odiano a morte.. o forse no? Un giorno, per caso, i due si ritrovano a lavorare nello stesso progetto e a passare molto tempo insieme. Lui è affascinante, le donne gli sbavano dietro, ma da quando li hanno sorpresi insieme, molte corteggiatrici del nostro caro e bello Ian sembrano tirarsi indietro.. dopo tante storie i due stringono un patto e quello che sembrava un semplice accordo si rivelerà qualcosa di più.

Beh, la storia non è molto originale e il finale è scontato, ma devo dire che l'ho trovato molto carino e divertente! La lettura è abbastanza scorrevole, l'ho letto in tre giorni perché avevo paura di non sapere più che leggere una volta finito! Sapevate che l'autrice ha scritto il libro come passatempo nel periodo della gravidanza ed è stato il marito a pubblicarlo per farle una sorpresa? Non è una cosa adorabile?

Lo scopo del libro non è trasmettere valori o chissà che cosa, ma soltanto intrattenere e lo fa nel modo giusto

Consigliato?Certo che si! Specialmente alle persone che non hanno molto tempo libero e che non vogliono leggere nulla di impegnativo :)

Aspetto i vostri pareri nei commenti :*

9 aprile 2013

Follow my blog with Bloglovin

mi presento.

Un volta pensavo che leggere fosse una perdita di tempo.
Una volta pensavo che un libro non servisse a nulla.
Una volta pensavo che si potesse vivere senza libri.
Oggi la mia vita dipende dai libri. E' l'elisir del mio benessere.

Un libro è l'amico perfetto per ognuno di noi.
Ti fa sognare, ti consiglia, ti diverte, ti commuove.
Ti fa innamorare.
I libri sono una parte di noi.
I libri sono vita.

Ebbene si. Solito blog, solita ragazzina, solite cose blablabla blablabla.
Lo so, per voi è una cosa qualsiasi, per me, oltre che un semplice blog, è un diario.

A volte sono poche le persone che mi capiscono.
A volte non ho nessuno con cui condividere la mia passione per i libri, oltre ad una mia amica che posso vedere soltanto a scuola. Ci prestiamo libri, si. Ma a volte i nostri generi non coincidono, e mi ritrovo esasperata perché non so con chi condividerlo.
Allora ho pensato: perché non con il web?
Oltre che leggere, amo molto scrivere. Infatti credo che prima o poi scriverò un libro.

L'obiettivo del blog non è avere tanti follower, ma quello che mi interessa di più è che partecipiate alle recensioni e ai vari articoli che pubblico.

Un bacio :*