13 dicembre 2013

L'angelo caduto di Susan Ee *recensione*

Due giorni fa ho terminato L'angelo Caduto, un libro di cui ultimamente si parla molto nei blog. La trama mi aveva incuriosito tantissimo, anche se gli angeli non sono tra le miei creature preferite!


Titolo: L'angelo caduto
Titolo originale: Angelfall
Serie: Penryn & the end of the days #1
Autore: Susan Ee
Anno: 2013
Prezzo: 12,00€
Editore: Fanucci


Un esercito di angeli sterminatori ha attaccato la Terra: dopo poche settimane la violenza dilaga ovunque, insieme alla paura e alla superstizione. Nella Silicon Valley ostaggio delle gang, la diciassettenne Penryn cerca di sopravvivere e proteggere la sua famiglia, fino a quando gli angeli guerrieri non rapiscono sua sorella minore, la più fragile, la più indifesa. L’unico modo per salvarla è affidarsi a un nemico, un angelo che ha perso le ali in combattimento e ora ha bisogno, come Penryn, di raggiungere la roccaforte delle crudeli creature alate a San Francisco. Nel viaggio che li porterà alla città, Penryn e Raf impareranno a contare solo l’una sull’altro, in un deserto in cui regnano la devastazione e il sospetto e in cui il pericolo è dietro ogni angolo.

Penryn vive insieme ad una madre fuori di testa e a sua sorella Paige in una Silicon Valley post-apocalittico, dove gli angeli non somigliano affatto alla fantastiche creature descritte dalla Bibbia. Una notte mentre cercano di scappare, si imbattono in gruppo di angeli che stanno tagliando le ali ad un loro simile. Uno di loro si accorge di avere compagnia e prende Paige. Penryn in preda alla disperazione, non ha altra scelta che chiedere aiuto all’angelo caduto, Raf.



Ammetto di non aver mai avuto un buon rapporto con gli angeli. Non mi hanno mai affascinato come creature e mi sembrano troppo irrealistiche. Non che un vampiro e un licantropo siano più realistici, ma credo che possa essere più reale un uomo che muta forma (visto che probabilmente discendiamo da animali) o che succhi sangue, piuttosto che un uomo abbia le ali e voli (sono fissata con sta cosa xD). Insomma, non mi calano. Spero abbiate capito cosa intendo. Questo è il primo libro sugli angeli che leggo (se escludiamo Shadowhunters, anche se quelli sono nephilim e non anno né ali né volano) e non ne sono rimasta affatto delusa. La figura dell’angelo non mi ha convinto del tutto, però il libro è davvero meraviglioso. Uno dei miei preferiti da ora.
Penryn è un personaggio che mi è piaciuto molto. Credo di avere un debole per le eroine che lottano per qualcosa e non si piangono addosso. Prima di iniziare a leggere il libro  avevo un po’ di dubbi su lei, perché leggendo la trama mi era sembrata una specie di Katniss, oltre al fatto che praticamente lo stato di famiglia è molto simile a quello degli Everdeen:  padre morto (o almeno è quello che penso, visto che nel libro non dice molto), mamma che non si prende molto cura della figlia, sorella dolce e indifesa. Sono piccole sfumature che dopo i primi capitoli ho completamente dimenticato, talmente affascinata dalla storia. L’angelo caduto, Raf, anche lui mi è piaciuto tanto. Il loro rapporto mi è piaciuto tanto. Cresce lentamente, pagina dopo pagina. Non è amore a prima vista. Il loro modo di dimostrare affetto è il salvarsi la pelle a vicenda. Il lato romance di questo libro è quasi assente per la maggior parte del libro, tranne alcune scene che ho davvero apprezzato e adorato. Ho adorato quella piccola sfumatura di horror, sottolineata da scene veramente raccapriccianti.
Altro personaggio che mi ha incuriosito e che purtroppo l'autrice non ha approfondito è stato Abi, il leader della resistenza. Non so perché, ma me lo sono immaginata come un tipo figo e ad un certo punto ho iniziato a shipparlo con Penryn. Si, shippo tutti con tutti ogni volta. Mi aspettavo che avesse un ruolo più importante (non che non l’abbia), insomma, avete capito.
Unica pecca a mio parere sono gli angeli e altre creature che compaiono nel libro. Non vi dico cosa, perché vi spoilerei il libro, però si tratta di cose abbastanza disgustose che non mi hanno convinta molto. Gli angeli in questo libro invece non mi dispiacciono affatto. Ma come, ho appena detto che sono una pecca! Ora vi spiego. Non ho capito granché sul loro mondo. Ho afferrato che sono amanti delle feste e sono delle creature bellissime, ma non sono riuscita a captare altro, anche perché non è che l’autrice dia molte spiegazioni e quelle che ci sono secondo  me non sono abbastanza. Così non è spiegato nemmeno il perché il mondo si è ridotto in questo stato, il perché gli angeli attaccano gli umani. Sono cose che avrei voluto sapere, ma che l’assenza non mi ha dato molto fastidio, (1) perché esiste un seguito, After World, (2)  lo stile di Susan Ee è fantastico. Da un momento all’altro mi sono ritrovata dentro il libro a vivere le avventure con Penryn e Raf.
Ho divorato il libro in un tempo record e dopo ne volevo ancora, ancora e ancora. Erano tempi che leggevo un libro del genere! Peccato per la traduzione che non era delle migliori e mi hanno distratta durante la lettura. 
Neanche la copertina è delle migliori mentre l'originale è una delle più belle di questo 2013. Parlo sul serio, è qualcosa di veramente meraviglioso.

In conclusione, nonostante quelle uniche pecche, io ve lo straconsiglio, soprattutto  a coloro che amano i distopici. Credetemi, è il libro che fa per voi. Se avete amato Divergent, Hunger Games, Schegge di me ecc. è il libro che fa per voi. 
Sono sicura che molte di voi l'hanno già letto! Che ne pensate? 
Non vedo l'ora di leggere After World e vedere che piega prenderà la storia di Penryn e Raf *-* 

9 commenti:

  1. E' da molto che sento parlare di questo libro e mi hai davvero incuriosito con la tua recensione. Lo vogliooo *-*
    P.s. l'immagine della bambina con la bocca sporca di sangue mi fa senso in un modo che non ti dico ahah *A*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah inquietante, vero?
      Anche il libro a tratti è davvero inquietante e mette brividi :3

      Elimina
  2. Ciao ^^ qui c'è un premiuccio per te:http://www.neversaybook.blogspot.it/2013/12/premio-versatile-blogger-award.html#more. Spero ti faccia piacere :)

    RispondiElimina
  3. Ohhh che bella recensione!! Io sono molto curiosa di leggere questo libro, e la tua recensione mi ha incuriosita ancora di più!!
    Devo leggerlo al più presto! poi ti faccio sapere!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si Mary, leggilo *__* poi vengo a leggere la tua recensione :D

      Elimina
  4. Ciao! Che bella recensione! :) Di questo libro mi aveva affascinato la copertina ma poi avevo letto la trama e avevo deciso di lasciar perdere (gli angeli non piacciono un granché neanche a me e la trama di per sé non mi pareva nulla di eccezionale) ma la tua recensione mi ha fatto cambiare idea... grazie! :)

    P.S. sono una nuova follower... complimenti per il blog!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, benvenuta ^^
      la copertina è bella, peccato che era stata già utilizzato per un altro libro e che con la trama non centra nulla xD la copertina originale è fantastica *_*
      ti consiglio di leggerlo, è veramente bello!

      Elimina
  5. Concordo con te sulla parte disgustosa....sinceramente che cacchio c'entrava poi non lo so. Cmq ottimo libro e non vedo l''ora di leggere anch'io cosa succederà a quei due poveri ragazzi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso che in World After (non After World, ho sbagliato xD) l'autrice spiegherà di questi esperimenti!
      Sono troppo curiosa di sapere se ci sarà una svolta nella relazione Penryn-Raf *_*

      Elimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.