4 maggio 2014

Special #2 Cose che non sopporto in un libro

Ciao divoratori ♥ in questa noiosa domenica che dovrei passare studiando, vi lascio un post della rubrica Special . Ad essere sincera non mi andava di scrivere un post della rubrica weekly recap dato che qualche giorno fa ho pubblicato la monthly recap.


Scusate, ma mi scocciava troppo creare un nuovo banner xD Nella puntata di oggi vi parlerò di cosa non sopporto in un libro, più nello specifico Cosa mi fa alzare gli occhi al cielo quando leggo un libro.

Quante volte vi è capitato di trovare sempre gli stessi modi di dire in un libro? Ad esempio, i capelli arruffati. TUTTI I RAGAZZI nei libri hanno i capelli arruffati. Vabbè, c'è crisi, il pettine costa. Dovrei regalarglielo io uno. O magari del gel. Fatto sta che nella realtà i ragazzi con i capelli così sembrano degli scappati di casa. Ah, poi ci sono le ciocche ribelli. Che monelli, che trasgry.
Oppure tutti i personaggi dei libri sono dei grandi lettori, fatto sta che io non ho mai trovato una scena in cui leggono. Insomma, sono amanti dei libri questo dovrebbe bastare a farceli prendere in simpatia. In teoria.

A volte ci sono quelle protagoniste tutte per bene, timide, vestite con i pantaloni sotto il petto, la maglietta fino ai piedi e converse, che poi passano il 70% del tempo a indossare tacconi che farebbero invidia a Gaga e vestitini che a malapena le coprono la pancia e nelle discoteche si strusciano con cani e gatti. In poche parole, quei personaggi coerenti.

Vogliamo parlare degli uomini che 'tu sei diversa, non ho provato mai niente per nessun altra, bla bla bla..' dopo due pagine? Oppure "quando ti ho vista ho capito che tu non eri come le altre". AHAHAHAH serio? Cos'è che hai capito? Che è una verginella?

Poi ci sono le tipe che 'inutile che ci provi, sono una ragazza per bene, non sono interessata a fare sesso con te' e poi non fa altro che sbavare per gli addominali del figo di turno. Oppure ci sono gli amici dei protagonisti! Questi sembrano tutti gli stessi! Sempre ubriachi, sempre alle feste, sempre a scopare. Fanno la bella vita.

Ci sono anche le stronze di turno. Bionde naturali o bionde ossigenate (sono sempre bionde) e senza un pizzico di cervello. O le nuove arrivate, cesse da morire ma che nella nuova scuola fanno strage di cuori. Gli studenti saranno così morti di figa che appena vedono 'sta tizia vanno fuori di testa. Oppure gli amici gay. È la nuova moda degli Young adult 'ma si, mettiamoci l'amico gay così non può non piacere'. Allora, non che io abbia nulla contro i gay, ma a volte mi da fastidio che gli autori sfruttino certe situazioni per far piacere un personaggio. Oppure i genitori. Ma 'ndo cazzo stanno? Solo i miei quando esco mi fanno il terzo grado? Ci sono quelli che partono e abbandonano i figli. Certo, che sarà mai? Possono campare da soli! Lasciamogli casa, soldi e tutto il patrimonio e noi andiamo alla scoperta del mondo. Oppure quelli che ci sono ma non ci sono. Se non sono in qualche vacanza speciale che richiede la sparizione per tutte e 300 pagine del libro, sono a lavoro o sono fuori città, o sono a fare qualche commissione segreta.

In quei libri ambientati a scuola ..i protagonisti quando cazzo lo trovano il tempo per studiare e avere ottimi voti? Sono sempre a deprimersi, a qualche festa o a farsi i flash mentali sui bonazzi!
 Ah, dimenticavo! Se manco vanno a lezione, figuriamoci se studiano!
Poi vogliamo parlare di quelle storie di solo sesso che finiscono per diventare amore?
Non può per una santa volta rimanere solo sesso e lasciare di stucco tutti?

Poi ci sono i bad boy che si rincoglioniscono tutti quando si innamorano e diventano dei cagnolini graziosissimi. Se uno è stronzo, stronzo rimane. Ci sono anche i personaggi fidanzati da millenni, che incontrano qualcuno che ci provano come cani in calore e vengono rifiutati. Guarda caso manca il tempo di dire 'no sto con un tizio' che si lasciano. Perché la protagonista deve mettersi per forza con quello. Un libro non può finire con la ragazza che gli dice 'vattene a fanculo, sto con un altro', no. Mai una storia che finisce così. Sempre tutti felici e contenti. La protagonista deve finire per forza con quello. Mai un colpo di scena e si mette con un tizio di cui nessuno sospettava.

Okay, chiudiamola qua. Spero di avervi fatto fare quattro risate e che io non debba ricevere pomodorini in testa per la mia critica xD E' un post per scherzare perché alla fine, se lo scrittore è davvero bravo, a queste piccolezze nessuno ci fa caso.

Adesso tocca a voi. Cosa non sopportate in un libro?
Fatemi sapere :D


36 commenti:

  1. Ahhhaha, molto carino questo post. Ho riso dall'inizio alla fine. E cmq è proprio vero, ci sono degli elementi che si ripetono, quasi fissi. Poi dipende anche da quale libro sto leggendo, è ovvio. Ad esempio in Uno splendido disastro della McGuire ci sono quasi tuuuuttiii gli elementi che hai citato sopra. Ahuahah che ridere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che ti sia piaciuto :-) ahahah per questo odio quel libro xD

      Elimina
  2. Ahahahah concordo su tante cose! Gli amici dei protagonisti che sembrano fatti con lo stampino, e quando i maschietti dicono "appena ti ho visto ho capito che eri diversa"... ma nella realtà questi tipi dove si trovano??? ?-?
    E poi le storie di sesso che diventano amore beh quelle proprio..ma anche no!
    Una cosa che non sopporto proprio sono i triangoli amorosi lui-lei-l'altro, dove i maschietti fanno a gara per conquistare la dolce donzella e intanto lei si strugge che non sa chi scegliere per non far soffrire nessuno, mentre non si tira indietro quando deve spupazzarseli >-<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto? Dove sono? T__T
      Ah, i triangoli amorosi! Potrei scrivere un post su questo argomento ahahah ci penserò!

      Elimina
  3. Quanto ti capisco!
    I ragazzi con i capelli spettinati-ma-fighi, con gli occhi blu come l'oceano in tempesta e i muscoli definiti senza aver mai visto la palestra nemmeno per sbaglio.
    Oppure le ochette che sono immancabilmente bionde e che vogliono essere cattive ma che alla fine risultano ridicole.
    Si, sono cose che mi fanno decisamente imbestialire mentre leggo un libro.
    La mia lista, come puoi immaginare, è davvero lunga.
    Ci sono i libri ambientati in Italia ma con protagonisti dal nome puntualmente inglese (questo mi capita soprattutto con i libri di autori emergenti) che mi fanno andare proprio fuori di testa. Le varie Kimberly e Ashley che vivono nel paesello disperso sulla montagna non sono proprio credibili.
    Per non parlare delle protagoniste, che ormai sono diventate tutte delle Mary-Sue. Okay, mi sta bene che la protagonista di un libro sia una ragazza normale, ma il problema è che ormai sono tutte un cliché unico, fatte con lo stampino e portate da un libro all'altro: amano l'abbigliamento comodo, si truccano poco o niente, portano puntualmente gli occhiali e amano leggere soprattutto Jane Austen, che ormai è universale e può essere piazzata ovunque e comunque (che poi, come ben dici tu, se amano la lettura, gli autori farebbero bene a piazzare qualche scena in cui leggano, queste benedette ragazze!) e novità delle novità, sono sempre segretamente innamorate del figo di turno che una mattina si veglia e per illuminazione divina si accorge di loro.
    Queste protagoniste sono diventate davvero poco credibili e ormai quando vedo che aria tira, appena vedo un'accenno ad elementi di questo tipo, chiudo il libro e lo abbandono. Non ce la faccio proprio ad andare avanti!
    Compliementi per lo special, l'idea è davvero carina! E scusa per il poema, ma dovevo sfogarmi con qualcuno che mi capisse xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah tranquilla xD questo è un post di sfogo, puoi scrivere tutto quello che pensi :p
      Concordo anche con tutte queste cose che hai scritto!
      Ecco cosa ho dimenticato! Gli occhi blu o verdi (perché quelli castani non possono essere belli, no è_é) e i muscoli sodi nei diciassettenni. Io, che frequento il quarto anno di liceo, ho tutti compagni pelle e ossa. È fanno palestra o qualsiasi altra attività fisica. Mi sa che devo cambiare nazione.

      Le oche! Quante è vero! Perché non può esserci una stronza degna di quel appellativo?! Una stronza ma anche intelligente? WHY!?
      Queste protagoniste amano leggere sempre di autori importanti per lo stesso fatto..lo scrittore pensa che i lettori ammireranno la protagonista poiché legge solo classici. =__=

      Elimina
  4. Grande Giusy!
    Ci hai preso in pieno:!
    I capelli ribelli, i ragazzi spettinati, le ochette belle ma stupide, le nuove arrivate che fanno strage di cuori, le bruttine che conquistano il bello di turno...sono tutti elementi che ormai son diventati dei cliché nei romanzi ambientati tra i giovani....
    Non se ne può proprio più!
    Meglio dedicarsi ai thriller od ai fantasy!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :-)
      Ecco perché quando devo leggere un young adult ho mille ripensamenti!

      Elimina
  5. Buahaha sui genitori e sulle bionde c'hai preso in pieno xD a volte i cliché possono pure essere divertenti, ma....nah, io preferisco le novità! XD

    RispondiElimina
  6. Ma che pomodorini, questo post dovrebbe essere in carica per l'Oscar!
    Tutto tutto vero, forse questi libri vendono perchè sono pieni di ovvietà e banalità di ogni tipo. Perchè la gente ha bisogno di sicurezze. E allora che la nuova compagna di scuola non venga cagata da nessun tipo, né maschile né femminile, e torni a casa sbattendo la cartella e saltando sul letto in lacrime. O che lo stronzo regali alla tipa per San Valentino un occhio nero. Se stronzi sono stronzi rimangono... ma queste protagoniste pensano di averla solo loro la patatina, quindi lui non può fare altrimenti di trasformarsi in un diligente zerbino, certo, certo! -.-
    Ah e vogliamo parlare delle scene d'amore che, anche se lei è la cessa di prima e non ha mai avuto contatti con nessuno, fa l'amore benissimo senza intoppi né gaffe?
    Meglio che mi fermo qui e ti dico grande Giusy!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah continua continua! Io mi diverto un modo!
      Sono felice che ti sia piaciuto :D

      Elimina
  7. Sono completamente d'accordo con te, anche perché da bionda... hey, come è che io le "stronze" le ho sempre conosciute castane/more?! Non sopporto quando i tue protagonisti di turno si innamorano appena si guardano e si sposerebbero dopo due secondi. Nonono, poco credibile e mi fa passare subito la voglia di leggere!

    RispondiElimina
  8. Mi hai fatto ridere dalla prima all'ultima riga e nello stesso tempo sei riuscita a dire quello che penso anche io, costantemente, ogni volta che si verifica una delle situazioni sopracitate!
    Fossi riuscita pure io ad avere una media altissima studiando solo 5 minuti al giorno come fanno loro! Ahahahahah xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. felice di averti fatto scappare un sorriso ;)
      ma veramente ahahah sarei un genio!

      Elimina
  9. ahahaha muoio! XD sono totalmente d'accordo con te! Io ogni volta alzo gli occhi al cielo e sbuffo "ah clichè" XD
    concordo, ma i genitori n'do stanno? Oppure vivono con i paraocchi? XD
    Ci sono anche i casi dove ci sono o un fratello o due fratelli maschi ed una sorella femmina che per forza è la più simpatica e dolce e coccolosa e prende sotto la sua ala la protagonista (rigorosamente figlia unica) sfigata e maltrattata XD

    RispondiElimina
  10. Ahahahah quante ce ne sarebbe da dire agli autori!!! Ormai c'è lo stereotipo del "La storia così con questi personaggi funzionerà, ne sono sicura." Verissimo, gli amici gay ormai fanno sempre la sua comparsa, a me piacciono molto, ma qui ne stiamo abusando un po' troppo. Così come il fattore "leggo, mi piace leggere" o addirittura "sono una blogger di libri" per farsi piacere come personaggi femminili.... arrgg!!! Io ho quasi iniziato ad odiare Katy di Obsidian per questo fattore qui. Tipo hai uno strafigo accanto, alieni in vista, combattimenti e rapimenti e tu... ho letto questo libro e ora l'ho recensito sul blog.
    Solo noi nella vita reale non abbiamo tempo per fare tutto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. be' io da un lato Katy l'ho stimata perché nonostante il figo della porta accanto, non smette di leggere. Credimi, conosco tante ragazze che appena hanno tutto quello di cui hanno bisogno, smettono di leggere -_- Però almeno in Obsidian ha girato un video ahahahah

      Elimina
  11. Ahahahah concordo su tutto ciò che hai scritto praticamente! Capelli arruffati, ciocche ribelli, eppure rimangono dei fighi della madonna, a me basta un venticello per rovinare tutto l'impegno che ci ho messo per lisciarmi per bene i capelli, certo che è proprio una sfortuna! Per non parlar dei bad boy, stronzi fino al midollo, che non appena vedono la tizia in questione, diventano dei santi perche "lei è diversa da qualsiasi altra che abbiano mai incontrato". Che coerenza!
    A me una cosa che infastidisce parecchio sono le stesse frasette trite e ritrite che si trovano spessissimo "Non posso vivere senza te, potrei morire piuttosto che non averti nella mia vita" eccetera eccetera, certo, hanno proprio a cuore la loro vita se sono disposti a sacrificarla per una/uno che hanno conosciuto due giorni prima -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio è vero D: ogni volta che le leggo ho un conato di vomito!

      Elimina
  12. 'Oppure i genitori. Ma 'ndo cazzo stanno? Solo i miei quando esco mi fanno il terzo grado?'
    Quando l'ho letta mi sono rotolata a terra. Hai fottutamente ragione e no, non sei l'unica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che possiamo farci, loro sono troppo in xD

      Elimina
  13. Mitica Giusy!! Condivido tutto a pieno! Per questo amo i fantasy! Anche perché alla fine gli sviluppi amorosi sono sempre o troppo frettolosi o a passo di lumaca!! Che nervi! Comunque ho riso dall'inizio alla fine xD questo rientra se non il primo tra i post preferiti dell'anno! Ahhahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti :3 comunque anche sui fantasy ci sarebbe da fare un bell'elenco u_u
      *O* sono felice che ti sia piaciuto così tanto!!

      Elimina
    2. Lo so ma in genere riesco ad evitare 'quei' fantasy, quindi ho la coscienza pulita! Ahaha

      Elimina
  14. Concordo XD peccato che alcuni di questi personaggi -come gli uomini lecchini- ci siano anche nella vita di tutti giorni :3

    RispondiElimina
  15. Sono completamente d'accordo xD mi hai fatto morire con questo post!
    Purtroppo cose del genere si trovano in tanti libri ù_ù
    Credo che gran parte degli scrittori tenda ad annullare la presenza di parrucchieri e prodotti per capelli, così i poveri personaggi non sanno come prendersi cura delle loro "chiome ribelli"...
    Per non parlare degli occhi azzurri/grigi/verdi con una chioma nera abbinata, sono il top del top, non credo che gli autori sappiano che la maggior parte della popolazione mondiale abbia occhi e capelli di un castano normalissimo!
    Quando ho letto la parte "stronzo è e stronzo rimane" mi sono venuti in mente così tanti libri che ci metterei ore ad elencarli, primo tra tutti "Uno splendido disastro" e gli altri libri annessi e connessi :3

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Questo post mi ha fatto sghignazzare parecchio e mi ha anche consolata... Pensavo di essere l'unica a non poterne più di tutti i luoghi comuni presenti in questi benedetti romanzi YA!!!!
    Concordo su tutta la linea e rincaro la dose: se la donzella di turno è sempre stata morigerata e pudica, com'è che si ritrova sempre nell'armadio un ampio assortimento di vestiti cortissimi e strizzatissimi per andare al pub a flirtare con il bellone di turno?!?! E, tra i cliché relativi all'eroe (parolona!) inseriamo anche l'ormai onnipresente "sorriso storto"? Non se ne può più, io ho davvero raggiunto la mia soglia di tolleranza, penso che abbandonerò per il momento gli YA per i fantasy.

    RispondiElimina
  18. Giù, sto praticamente ridendo da sola come una pazza davanti al pc!! Ahahahah, e che cavolo ci voleva un post così!! I genitori sono di intoppo nella storia quindi li tolgono dai piedi ahahahah. Gli addominali scolpiti senza palestra....mah! Secondo me zappano la terra di nascosto. I capelli arruffati perché stando a zappare col caldo s'incollano al viso e si increspano :D

    RispondiElimina
  19. X°°°D devo dire che, fortunatamente, da questi loschi individui mi sono sempre tenuta alla larga. Sarà il mio sesto senso letterario? Comunque ti quoto in tutto, mettici in più che, nel novantanove per cento dei casi la colpa è, anche, di chi si occupa della vendibilità del libro (coloro che ritengono i lettori medi dei cerebrolesi fan di cenerentola purché abbia quella percentuale di sesso in più ma anche taaaaaanto amore che sennò le fanciulle si offendono, ed ecco che il polpettone -avvelenato- è servito). E comunque, se voglio una bella storia d'amore, con personaggi caratterizzati dalla punta dei capelli all'unghia del mignolino, e che evolvono mano a mano he passano gli anni, mi sfoglio Via col Vento e amen ^_^

    RispondiElimina
  20. ho adorato questo post! ahahahah c'è una nuova versione della Giusy che tutti conosciamo sul blog xD Bè, posso solo che concordare con te... soprattutto sul fatto che se una ragazza è una acqua e sapone, tutta converse e jeans.. non può di punto in bianco, senza che nessuno glielo chieda,indossare tacchi altissimi, trucco, ecc... w la coerenza, insomma xD

    RispondiElimina
  21. Muoroooooo XD Ahahahahah anche io detesto le ovvietà, le trame super prevedibili, gli stereotipi e le incoerenzee galattiche! E no, non sei l'unica a cui viene fatto il terzo grado, garantito :'DDD

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.