29.5.14

Gruppo di lettura #3 Wool di Hugh Howey

Ciao divoratori :3 settimane fa avevo scritto che avrei organizzato un gruppo di lettura. Ero molto indecisa sulla scelta del libro, ma alla fine ho optato per Wool di Hugh Howey per varie ragioni.
Volevo scegliere un libro con una narrazione lenta sia per non finire i capitoli in pochi giorni e poi dover aspettare con ansia il recap e sia perché almeno ci godiamo la lettura. Del resto è anche uscito (o uscirà in questi giorni, non ricordo bene) il terzo volume. Quale miglior occasione per iniziare questa trilogia?
Il gruppo di lettura inizierà tra qualche settimana, esattamente dopo la fine della scuola. Avete quindi un bel po' di tempo per pensarci e iscrivervi.


Titolo: Wool (Silo #1)
Autore: Hugh Howey
Anno: Ottobre 2013
Editore: Fabbri

Cosa faresti se il mondo fuori fosse letale e l’aria che respiri potesse uccidere? Se vivessi in un luogo dove ogni nascita richiede una morte e le tue scelte possono salvare vite o distruggerle? Questo è il mondo di Wool. In un futuro apocalittico, in un paesaggio devastato e tossico, una comunità sopravvive rinchiusa in un gigantesco silo sotterraneo. Lì, uomini e donne vivono prigionieri in una società piena di regole che dovrebbero servire a proteggerli. Il rispetto delle leggi è affidato allo sceriffo Holston, un uomo lucido e malinconico che vive nel ricordo della moglie scomparsa. Dopo anni di servizio integerrimo, un giorno, a sorpresa, rompe inaspettatamente il più grande di tutti tabù e chiede di uscire, di andare fuori, incontro alla morte. La sua fatidica decisione scatena una serie di terribili eventi. A sostituirlo è nominato un candidato improbabile, un tecnico specializzato del reparto macchine: Juliette. Ora che il silo è affidato a lei, imparerà presto a sue spese quanto il suo mondo è malato. Juliette è abituata ad aggiustare le cose e vuole vederci chiaro: com’è nato il silo? E chi ha interesse a mantenervi l’ordine, tanto da arrivare a uccidere? Forse il silo è in procinto di affrontare ciò che la storia ha lasciato solo intendere e che i suoi abitanti non hanno mai avuto il coraggio di sussurrare. Rivolta.


Come si svolgerà il gruppo di lettura?
Il libro ha 552 pagine, 82 capitoli ed è diviso in cinque parti. Avevo intenzione di leggere una parte a settimana, ma dato che la quinta parte ha quasi duecento pagine, mi sembra un po' difficile. Perciò l'ultima parte sarà divisa in due tappe e per alcune tappe avremo a disposizione più tempo per leggerle. 
In ogni tappa approfondiremo un personaggio, scriveremo la nostra citazione preferita e parleremo dell'autore e dei suoi libri. Inoltre per ogni tappa ci sarà un mini quiz e un piccolo sondaggio. Chi vuole, può mandarmi la propria foto con il libro o l'ebook e io l'aggiungerò in una sezione speciale del blog U.U


Tappe
  • Iscrizioni | 29 maggio - 14 giugno.
  • Prima tappa | 10 - 14 giugno | Prima parte, fino a capitolo 7 + Chi ben comincia.
  • Recap prima tappa | 14 giugno | Presentazione autore.
  • Seconda tappa | 14 giugno - 21 giugno | Seconda parte, da capitolo 8 a 17.
  • Recap seconda tappa | 21 giugno | Cover around the world.
  • Terza tappa | 21 - 30 giugno| Terza parte, da capitolo 18 a 30.
  • Recap terza tappa | 30 giugno | Soundtracks
  • Quarta tappa | 30 giugno - 8 luglio | Quarta parte, da capitolo 31 a 52.
  • Recap quarta tappa | 8 luglio | Spazio dedicato alle vostre fanart
  • Quinta tappa | 8 - 16 luglio | Quinta parte, da capitolo 53 a 67
  • Recap quinta tappa | 16 luglio | Ambientazione
  • Sesta tappa | 16 - 25 luglio | da capitolo 68.
  • Recap sesta tappa | 25 luglio | Conclusione

Come potete vedere, le iscrizioni saranno aperte dal 29 maggio fino al 14 giugno, ovvero fino alla fine della prima tappa. Se qualcuno decide di unirsi al gruppo di lettura e noi ad esempio siamo già all'inizio delle seconda tappa, questo può partecipare, ovviamente se riesce a stare dietro.
Altra cosa. Come vedete ho unito qualche rubrica per ogni tappa, ad esempio Chi ben comincia, dove pubblicherò l'incipit e confronteremo già le prime impressioni; Cover around the world, dove confronteremo le varie cover del libro; Soundtracks, dove assoceremo una canzone al libro; nella quarta tappa potrete pubblicare una vostra fanart dedicata al libro, che sia immagine, disegno, video e qualsiasi altra cosa.

Per partecipare bisogna soltanto commentare. 
Se qualcuno non possiede il libro, può benissimo contattarmi, dovrei averne una copia in ebook.
Se avete altre domande, chiedete pure nei commenti o per email ( giusy_mmu96@hotmail.it ).

Infine, condividete il post su facebook, google+ o qualsiasi altro social o aggiungete il banner sul vostro blog! Più siamo, meglio è ^^

<a href="http://divoratoridilibri.blogspot.com/2014/05/gruppo-di-lettura-3-wool-di-hugh-howey.html" target="_blank"><img src="http://i61.tinypic.com/24nqibk.png"></a>

Bene, spero di aver scritto tutto e di non aver dimenticato qualcosa, come faccio solitamente XD




28.5.14

Cercando Alaska - John Green ● Recensione.

Ciao lettori. Avevo annunciato su faccialibro la mia assenza, ma mi mancavate e dopo due giorni di intenso studio avevo bisogno di un po' di svago.
Finalmente pubblico questa benedetta recensione.

Titolo: Cercando Alaska
Autore: John Green
Anno: 2005
Editore: Rizzoli

Miles Halter, solitario collezionista di Ultime Parole Famose, lascia la tranquilla vita di casa per cercare il suo Grande Forse a Culver Creek, una prestigiosa scuola in Alabama. È qui che conosce Alaska. Brillante, buffa, svitata, imprevedibile e molto sexy, per Miles diventa un enigma, un pensiero fisso, una magnifica ossessione.







Ho iniziato il libro con da un lato aspettative enormi (cavolo, stiamo parlando di John Green!), dall'altro un po' basse. Sembra non aver senso (e molto probabilmente non avrà senso), ma è così XD la trama del libro non mi ispirava molto..eppure ne sentivo parlare benissimo e sapevo già che lo stile dello scrittore fosse bellissimo..perciò, mi sono lanciata! Era da tantissimo che dicevo di iniziarlo ma per un motivo o per un altro rimandavo. Qualche settimana fa mi sono proprio puntata: "IO. DEVO. INIZIARE. CERCANDO. ALASKA." E così è stato. L'ho divorato esattamente in tre giorni e ogni volta che dovevo interrompere la lettura era qualcosa di atroce e doloroso.

La storia si è rivelata più bella di quel che mi aspettavo. Probabilmente l'elemento che più mi è piaciuto è il fatto che i personaggi sono così reali che potrebbero essere dei nostri amici, dei nostri compagni di scuola. Sono ragazzi normali, alle prese con la vita scolastica, con i primi amori, le prime cazzate. Sono ragazzi d'oggi. Ragazzi che si lasciano influenzare dagli amici, ragazzi che fumano solo per il piacere di farlo, che fanno sesso solo per sentirsi grandi. Sono caratteristiche che di solito in un normale young adult mi danno fastidio..ma non è stato così con Cercando Alaska. Be' non è che inizialmente i personaggi mi andavano a genio..ma pagina dopo pagina ho iniziato ad accertarli e mi sono lasciata prendere dalla loro simpatia e soprattutto dall'amicizia che li lega. 
Miles, uno dei protagonisti, è probabilmente il personaggio che si sviluppa più di tutti. Poco a poco si lascia alle spalle quell'insicurezza che aveva portato con sé a Culver Creek. Ho scritto "uno dei protagonisti" perché Alaska potrebbe essere la protagonista. Tanto per citare Miles, lei potrebbe essere un uragano e gli altri una leggere pioggerella  (in realtà non è proprio così la frase..ma vabbé). Sin da subito il lettore si accorge che Alaska ha qualcosa che non va, che non è in pace con sé stessa. Un giorno felice e spensierata, quello dopo incazzata e scontrosa.
La seconda parte del libro è proprio incentrata su di lei. Alaska se ne va lasciando tante domande e Miles, il Colonnello e Takumi non avranno pace se non scopriranno perché se ne andata. 
Questa parte è stata triste. La mancanza di Alaska non la sentono soltanto i personaggi del libro, ma la sente anche il lettore. Era come se mancasse qualcosa, se mancasse una tessera al puzzle. Quasi quasi riuscivo a percepire il vuoto dei personaggi tra le pagine. Ma John Green è riuscito comunque a fammi sorridere anche in momenti tragici come questi. E' proprio per questo che lo adoro. Sa farti emozionare, ma sa farti anche ridere in momenti più drammatici. Il tutto utilizzando un semplice linguaggio.

Allora, avete letto Cercando Alaska? Avete intenzione di leggerlo?

25.5.14

Weekly Recap #29

Buona domenica lettori! In queste ultime settimane non sono stata molto presente sulla bloggosfera e, tecnicamente non ci sono nemmeno oggi, perché in teoria sono alla comunione di mio fratello ma ci tenevo comunque a condividere con voi le miei letture, i miei acquisti ecc.

Weekly recap è una rubrica settimanale cui scopo è:
- riepilogare i post della settimana;
- i libri appena arrivati nella nostra libreria - sostituita da In my mailbox;
- letture in corso e quelle terminate;
- la cover più bella della settimana;
- spazio note.


◆POST DELLA SETTIMANA◆
Estratto di Cercando Alaska nella rubrica A fragment of.. , From my wishlist - tre libri del mio autore preferito, incipit di Hunted in Chi ben comincia, segnalazione dei nuovi libri delle sorelle Domino.

◆IN MY MAILBOX◆
Questa settimana nessun nuovo libro, anche se ho ordinato Poison Princess e Città delle anime perdute su LaFeltrinelli. Ho approfittato delle spese di spedizione gratis e del 20% di sconto :D

◆LETTURE DELLA SETTIMANA◆
Ho terminato Hunted di Angela C. Ryan. Un libro davvero divertente e piacevole, non vedo l'ora di parlarvene.

Sto leggendo Opal, terzo volume della serie Luxen. Se il libro continua così, credo che sarà il mio preferito della serie. E, se ve lo state chiedendo, no, non ho imparato a leggere in inglese. Delle ragazze lo hanno tradotto e io ne ho approfittato *-*

Cosa leggerò? Bella domanda. Il punto è che scelgo il libro in base all'umore e al periodo. Potrei cambiare idea da un momento all'altro. Per il momento la mia scelta si posa su Il mare dei mostri. Vorrei continuare la saga di Percy Jackson ma da un lato sono un po' scoraggiata. Il primo volume mi era piaciuto, ma non troppo. E' un libro piacevole ma che secondo me è rivolto più a un pubblico giovane. Ero dello stesso giudizio su Harry Potter e la pietra filosofale, eppure mi è piaciuto tantissimo quello, ma questa..non so, anche se adoro tutti i riferimenti alla mitologia greca.
Voi che mi dite su questa saga? Vale la pena continuarla?


◆COVER DELLA SETTIMANA◆
JUST ONE DAY - GAYLE FORMAN

◆TBR MAGGIO◆
Insurgent - Allegiant - Percy Jackson e Il mare dei mostri - Città degli angeli caduti - Opal - Contratto Fatale - Il labirinto - Tenebre e ghiaccio - Cercando Alaska - Hyperversum - Gli Elementali.

◆SPAZIO NOTE◆
Credo che questa settimana che sta per iniziare sarà un po' come quella precedente, abbastanza impegnativa. Devo assolutamente studiare, studiare e studiare e fare le ultime interrogazioni e.e

Vi lascio, buona domenica e anche oggi non ci sarò, stasera ho un diciottesimo a cui non posso mancare. Che sfiga, nemmeno la domenica mi posso riposare.


22.5.14

Chi ben comincia #12 Hunted

Buon pomeriggio divoratori. Oggi per la rubrica Chi ben comincia, vi lascio l'incipit di Hunted di Angela C. Ryan, libro che ho terminato di leggere proprio ieri. Da brava blogger non vi anticipo nulla U.U presto (si spera) arriverà la recensione :3

Chi ben comincia... è una rubrica ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri e consiste in poche, semplici regole:
• Prendere un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
• Copiare le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
• Scrivere titolo e autore per chi fosse interessato
• Aspettare i commenti



Alla fine quello che ogni ragazza desidera davvero, è un ragazzo gentile che la sappia amare, due braccia forti che la sappiamo abbracciare, che sia abbastanza intelligente da poter sostenere con lui delle interessanti conversazioni, e che sia un discreto figo così da poterlo esibire senza vergogna con le amiche. Insomma, uno normale.
Questo nella maggior parte dei casi. Non nel mio a quanto pare.
Per un tipo come me, cresciuto a pane e Superman - che è sempre stato l'ideale di uomo su cui ho basato tutti gli altri - ogni confronto diventa un tormento. Troppo basso, troppo magro, troppo pesce lesso. Non c'è via di scampo. La realtà mi offre scenari post apocalittici in fatto di ragazzi.
Non che io sia mai stata un tipo difficile, anzi. Il fatto è che quando la tua mente contorta fissa le sue sinapsi su un obiettivo ben definito, ogni tua reazione è destinata a esprimersi sotto Bleah quando il tuo compagno di classe più carino ti invita al ballo di primavera. Poco importa se l'obiettivo è solo immaginario e vaga senza meta nella tua fantasia. Un obiettivo privo di volto, ma con una parlantina davvero notevole.
Considerato il fatto che nasce da una mente contorta come la mia, non può far altro che avere una chiacchiera apprezzabile, logorroica oserei dire. Credo sia il minimo se pensiamo che a scuola mi chiamano Abby Fiumidiparole Allen. In realtà il mio vero nome è Abigail Eglantine Allen, ma fingete che non ve l'abbia detto. È probabile che mia madre fosse fatta quando lo ha scelto.

Che ve ne pare? Qualcuno lo ha già letto o pensa di farlo?

21.5.14

Segnalazione: Come lacrime nella pioggia di Sofia Domino e Fino all'ultimo respiro di Rebecca Domino.

Ciao divoratori.

Oggi vi segnalo due romanzi scritti da due sorelle, Sofia e Rebecca Domino.
Qualche mese fa va avevo segnalato altri due libri sempre delle stesse autrici ma con tema l'Olocausto (La mia amica ebrea, Quando dal cielo cadevano le stelle). Quelli che vi sto per segnalare trattano dei temi diversi, ma non del tutto leggeri.

Titolo: Fino all'ultimo respiro
Autore: Rebecca Domino
Pagine: 290
Prezzo: Gratis
Data di pubblicazione: 19 Maggio 2014

Contatti: Sito - Goodreads - Facebook - Email


Allyson Boyd è una diciassettenne come tante, nata e cresciuta ad Avoch, piccolo paesino scozzese. Un giorno deve andare a portare dei compiti a una ragazza della sua stessa scuola, Coleen Hameldon, e la sua vita cambia per sempre. Perché lei e Coleen diventeranno migliori amiche. E perché Coleen sta lottando da due anni e mezzo contro la leucemia.
Nella vita di Allyson entrano parole come chemioterapia, effetti collaterali, trapianto di midollo osseo, ma Coleen non vuole compassione. Vuole solamente una vita normale; una vita fatta di risate, scherzi, esperienze, viaggi, musica, chiacchiere e confidenze, fino a quando non sarà costretta a prendere una decisione che cambierà la sua vita, quella di Allyson e delle altre persone che le vogliono bene.
È possibile non avere paura della morte?
Ed è possibile insegnare a vivere?
Una storia sulla speranza, un inno alla vita. Un romanzo che ci ricorda il coraggio quotidiano di tutti gli adolescenti che lottano contro il cancro e quello degli amici al loro fianco.


Su Rebecca Domino..."sono nata nel 1984, e da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa mia grande passione per molti anni, sono tornata a scrivere e adesso è ciò che mi piace di più fare. Sono anche un'appassionata viaggiatrice e lettrice. "Fino all'ultimo respiro" è il mio secondo romanzo; "La mia amica ebrea" è il mio romanzo d'esordio".


Titolo: Come lacrime nella pioggia
Autore: Sofia Domino
Pagine: 281
Prezzo: Gratis
Data di pubblicazione: 19 Maggio 2014

Contatti: Sito - Goodreads - Facebook - Email

A ventidue anni Sarah Peterson è una comune ragazza di New York, appassionata di fotografia e di viaggi.A quindici anni Asha Sengupta è una giovane ragazza indiana, venduta come sposa da suo padre.D’improvviso il presente di Sarah s’intreccia con quello di Asha. L’amicizia tra due ragazze, diverse ma uguali, spiccherà il volo. Non solo Sarah si ritrova, con il suo fidanzato, a vivere per lunghi periodi in un villaggio remoto dell’India, ma scoprirà che cosa si nasconde in un Paese magico e allo stesso tempo terrorizzante.Asha farà di tutto per lottare per i suoi sogni, per avere dei diritti paritari a quelli degli uomini e per continuare a studiare, perché non vuole sposarsi così giovane, e non vuole sposare chi non ama. Sarah si schiererà dalla sua parte, ma nel suo secondo viaggio in India scoprirà che Asha è scomparsa.Liberarla dalla trappola in cui è caduta, per Sarah diventerà un’ossessione.Un romanzo che fa luce su una verità dei giorni nostri, una storia di violenze, di corruzioni, di diritti negati. Una storia sull’amicizia.Una storia in grado di aprire gli occhi sull’India, il Paese peggiore in cui nascere donna.

Su Sofia Domino..."sono nata nel 1987 e sin da quando ero piccola mi piaceva scrivere temi e racconti. Adesso la scrittura è la mia passione principale. Oltre a scrivere adoro leggere e sognare. Inoltre, viaggio non appena posso. "Come lacrime nella pioggia" è il mio secondo romanzo; "Quando dal cielo cadevano le stelle" è il mio romanzo d'esordio".

Se volete leggere i romanzi, basta inviare un'email alle autrici che provvederanno a inviarvi l'ebook.
Per concludere, aiutate le donne dei villaggi rurali indiani ad avere una vita migliore firmando questa petizione e facendo una donazione ad Amnesty International e fate una donazione libera per l'ente benefico Teenage Cancer Trust.


Allora, che ne pensate di questi due romanzi? Io dovrei leggerli, spero di farlo presto.
Avete già letto qualcosa delle sorelle Domino?





20.5.14

From my wishlist #4

Vi avevo detto che oggi non avrei avuto tempo per collegarmi, ma non mentivo. E' venuta la parrucchiera e ho studiato francese (e stranamente ho impiegato meno di quanto mi aspettassi).
Avevo detto che avrei pubblicato la Top Ten ma mi scocciava troppo x'D e ho approfittato per pubblicare la mia rubrica From my wishlist che è morta dopo tre puntate!

From my wishlist è una rubrica a cadenza settimanale (giorno casuale) ed ha lo scopo di presentare tre libri dalla wishlist seguendo "i temi" stabiliti ogni settimana.
Tema della settimana: tre libri del tuo autore preferito.

I miei autori preferiti sono tre: John Green, Colleen Hoover e Jennifer Armentrout. Dato che, ho inserito questo tema più volte nell'elenco dei temi, oggi lo dedicherò ad un autore in particolare. Indovinate chi? Ma si! Proprio lui, Monsieeeeeur Green. Come se non ve ne avessi parlato abbastanza negli ultimi giorni xD


Will ti presento Will. 2011, Piemme Freeway.
Una sera, nel più improbabile angolo di Chicago, due ragazzi di nome Will Grayson si incontrano. Will e Will non potrebbero essere piùdiversi, ma dal momento in cui i loro mondi collidono, le loro vite, già piuttosto complicate, prendono direzioni inaspettate, portandoli a scoprire cose completamente nuove sull’amicizia, l’amore e, soprattutto, su loro stessi.




 Città di carta. 2011, Rizzoli.Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un’inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all’improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un’avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l’hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l’ultima.


 Teorema Catherine. 2011, Rizzoli.Da quando ha l’età per essere attratto da una ragazza, Colin, ex bambino prodigio, forse genio matematico forse no, fissato con gli anagrammi, è uscito con diciannove Catherine. E tutte l’hanno piantato. Così decide di inventare un teorema che preveda l’esito di qualunque relazione amorosa. E gli eviti, se possibile, di farsi spezzare il cuore un’altra volta. Tutto questo nel corso di un’estate gloriosa, passata con l’amico Hassan, a scoprire posti nuovi, persone bizzarre di tutte le età, ragazze speciali che hanno il gran pregio di non chiamarsi Catherine.

Le trame sono particolarissime, proprio alla John Green. Peccato per le copertine. Ma io dico..gli editori quando scelgono queste copertine che diamine si fumano!? Bah. Spero al più presto in una ristampa, non sopporterei avere quegli orrori nella mia libreria D:
Vabbé, voi li avete letti? Fatemi sapere :D
Ditemi i vostri titoli ^-^

19.5.14

A fragment of #5 Cercando Alaska

Ciao divoratori! In questo pomeriggio un po' "uhm", con il libro di filosofia da un lato, il libro Hunted nell'altro, il cellulare in mano e il computer sulla scrivania (si vede che sto studiando vero? XD), vi lascio un estratto di Cercando Alaska di John Green! Da oggi mi impegnerò a essere più costante nelle rubriche.
Odiavo lo sport. Odiavo lo sport, odiavo quelli che facevano sport, odiavo quelli a cui piaceva guardarlo, e odiavo chi non odiava quelli che lo facevano o cui piaceva guardarlo. In terza elementare - l'ultimo anno in cui si gioca a mini-baseball mia madre voleva che mi facessi delle amicizie, così mi obbligò a entrare nella squadra dei Pirati di Orlando. Mi feci degli amici eccome: una masnada di bambini dell'asilo. Non fu un gran passo avanti, se l'obiettivo era inserirmi fra i coetanei. Fu soprattutto perché come statura sovrastavo tutti gli altri giocatori se quell'anno per un pelo non entrai nella formazione ufficiale. Quello che mi soffiò il posto, Clay Wurtzel, aveva un braccio solo. Io, ragazzino di terza elementare più alto della media e con tutt'e due le braccia, stracciato da Clay Wurtzel, bambino dell'asilo. E mica fu per la storia "lascialo vincere, è senza un braccio, poverino" Clay Wurtzel aveva una botta micidiale, mentre io mancavo la palla anche quando era ferma.
Fantastica vero? XD Presto arriverà la recensione :)!
Appena posso passo a dare un'occhiata dai vostri blog, vedo che mi sto perdendo un sacco di post interessanti T_T
Buona serata!

18.5.14

Weekly Recap #28

Buona domenica lettori :3 E' già passata un'altra settimana e l'estate è sempre più vicina *-*
Dopo tantissime domeniche che salto questa rubrica per vari impegni, oggi ce l'ho messa tutta per pubblicarla ^^
Weekly recap è una rubrica settimanale cui scopo è:
- riepilogare i post della settimana;
- i libri appena arrivati nella nostra libreria - sostituita da In my mailbox;
- letture in corso e quelle terminate;
- la cover più bella della settimana;
- spazio note.

POST DELLA SETTIMANA
Ho recensito Sono il numero quattro e Inferno, ho cambiato grafica e ho fatto il Tag Libri (e dintorni) dalla A alla Z.


IN MY MAILBOX
Questa settimana solo un ebook, Stardust di Neil Gaiman. Forse è la volta buona che io inizi a leggere qualcosa di questo autore!

LETTURE DELLA SETTIMANA 
Cosa ho finito di leggere? Questa settimana ho terminato tre libri! Inferno, che mi è piaciuto tanto, Sono il numero quattro, che devo dire non mi ha entusiasmato molto ma che tutto sommato è stata una lettura piacevole, e Cercando Alaska, che ho divorato in due\tre giorni e ADORATO.


Cosa sto leggendo? Ho iniziato qualche capitolo di Hunted, libro vinto ad un giveaway. Ho letto esattamente tre pagine, ma già lo amo.


Cosa leggerò? Credo che inizierò uno dei due romanzi ricevuti dalle sorelle Domino.


COVER DELLA SETTIMANA
TOP TEN CLUES YOU'RE CLUELESS
Non è che sia chissà che cosa, ma io la trovo carinissima nella sua semplicità ^^

TO BE READ MAGGIO
Insurgent - Allegiant - Percy Jackson e Il mare dei mostri - Città degli angeli caduti - Opal - Contratto Fatale - Il labirinto - Tenebre e ghiaccio - Cercando Alaska - Hyperversum - Gli Elementali

SPAZIO NOTE
Vorrei organizzare un gruppo di lettura tra qualche settimana, ma non so che libro scegliere.
Qualche suggerimento? Naturalmente NO libri che si divorano in pochi giorni, perché poi è una tortura aspettare le tappe per continuare la lettura.

Buona domenica :D

17.5.14

Sono il numero quattro - Pittacus Lore {Recensione}

Buongiorno gente :3 come vedete, ho fatto qualche piccola modifica ^^
Oggi vi parlo di un libro letto con il gruppo di lettura di Dreaming Fantasy.

titolo: Sono il numero quattro (Lorien Legacies #1)
autore: Pittacus Lore
anno: 2011
prezzo: 5,00€
pagine: 383
editore: Nord

Siamo arrivati in nove. In apparenza, siamo uguali a voi: vestiamo come voi, parliamo come voi, viviamo come voi. Ma non siamo affatto come voi. Siamo in grado di fare cose che voi non potete neanche sognare. Abbiamo poteri che voi non riuscite neanche a immaginare. Siamo più forti, più veloci e più abili di qualsiasi essere vivente del vostro pianeta. Avete presente i supereroi dei fumetti e quelli che ammirate al cinema? Una cosa del genere, però con una grossa differenza: noi siamo reali. 
Ci siamo rifugiati sulla Terra e ci siamo divisi per prepararci: dovevamo allenarci, scoprire tutti i nostri poteri e imparare a usarli. Poi ci saremmo riuniti, tutti e nove, e saremmo stati pronti. A combatterli. Ma loro hanno scoperto che siamo qui e adesso ci stanno dando la caccia. Vogliono eliminarci, l’uno dopo l’altro. Così siamo costretti a scappare, a spostarci in continuazione, ad avere paura della nostra stessa ombra. 
Attualmente mi faccio chiamare John Smith, e mi nascondo a Paradise, in Ohio. Credevo di essere al sicuro, ma ho commesso un errore gravissimo: mi sono innamorato di una mia compagna di scuola. E non potevo scegliere un momento peggiore. 
Perché loro hanno preso il Numero Uno in Malesia. 
Il Numero Due in Inghilterra. 
Il Numero Tre in Kenya. 
E li hanno uccisi. 
Io sono il Numero Quattro. 
Io sono il prossimo.

Mi dilungherò ben poco sulla trama, dato che è abbastanza chiara. Anzi, quasi abbastanza chiara.

John all'apparenza potrebbe sembrare un ragazzo normale, se non fosse per i poteri che possiede. E' un alieno giunto sulla terra anni prima insieme ad altri otto ragazzi, quando i Mogadorian attaccarono il loro pianeta. Sono gli unici sopravvissuti della loro specie e sono costretti a spostarsi in continuazione per non fare la stessa fine dei loro simili. Ma ora i Mogadorian hanno attaccato la Terra e sono decisi a ucciderli tutti.  Grazie ad un incantesimo, possono essere uccisi sono in ordine numerico ma, una volta che si saranno riuniti, l'incantesimo si spezzerà.

Ho scritto che la trama era abbastanza chiara, giusto? Giusto.
 Però, mi sono chiesta sin dall'inizio, perché devono necessariamente ucciderli? Se sono sulla Terra per conquistarla, perché devono occuparsi dei nove ragazzi sopravvissuti? 

Del libro in genere non mi posso lamentare perché è stata un lettura abbastanza carina ma a tratti noiosa.
Il libro è dal punto di vista di John\Quattro e questa è una pecca. Gli altri personaggi sono poco delineati. Di Sarah, la ragazza di cui si innamora, si sa ben poco e non sono proprio riuscita ad apprezzarla. Per non parlare del loro rapporto tutto bacini e sorrisi. Mi son chiesta, ma questi due quando parlano? Quando iniziano a conoscersi veramente? 
Avrebbe potuto darmi meno fastidio se la loro relazione era in secondo piano ma, dato che era alla base della storia, secondo me doveva essere approfondita. Attenzione, non è tutto basato sul loro amore, ma piuttosto sulla vita di John che, dopo una vita di via vai, vuole essere per una volta un ragazzo come gli altri, avere degli amici, una ragazza. 
Quando ricevere le prime Eredità, i primi poteri, e impara a gestirli, iniziamo a scoprire di più sulla sua specie e, a mio parere, è la parte più interessante e che ho gradito di più in tutto il libro.

Se la relazione tra John e Sarah non mi ha entusiasmato, al contrario, ho adorato quella di John e il suo Cepan, il suo guardiano tanto da commuovermi nel finale.

Ho gradito personaggi secondari come Sei, il suo amico John e Bernie Kosar. 
Bernie è un cane ma si potrebbe definire un personaggio a tutti gli effetti. E' il mio preferito, l'ho adorato sin dal primo momento *_*


Dunque, non è mica uno dei miei libri preferiti, ma non è orrendo e a tratti è anche piacevole, grazie al semplice stile degli autori (sì, sono due), e a tratti anche simpatico.


VALUTAZIONE

 LORIEN LEGACIES
#1 Sono il numero Quattro
#2 Il potere del numero Sei
#3 La vendetta del numero Nove
#4 La sfida del numero Cinque
#5 The Revenge of Seven

Sono ancora indecisa se continuare la saga o meno, anche perché Sei come personaggio è davvero interessante. 
Voi cosa ne pensate? Vi incuriosisce questa serie? 
Ho visto anche il film con Alex Pettyfer *-* e all'epoca ricordo che era molto carino :3
Fatemi sapere, un bacio!

16.5.14

Nuova grafica, sorry.

Buona sera divoratori! Ebbene sì, ho cambiato nuovamente grafica.
Tutto è iniziato qualche giorno fa..

'potrei preparare un template estivo'
*va a cercare uno sfondo estivo*
*trova delle deliziose piume*
'uhm, carine. Potrei farci un template'
'no! Il template deve essere estivo'
'va bene, va bene!'
*va a cercare uno sfondo estivo*
'però quelle piume erano davvero carine..potrei fare un template e usarlo qualche altre volta'
*fa il template*
*finisce di crearlo*
'beh, è venuto carinissimo. Forse dovrei metterlo'
'no, Giusy, concentrati! Template estivo'
'ok, al massimo aspetto il 21 giugno'
'okay, aspettiamo l'estate e poi si cambia'
*giorno dopo*
'no dai mi piace troppo! Lo metto!'

E fu così che il template cambiò vesti! Giuro, ce l'ho messa tutta per mantenere quella vecchia qualche giorno in più T_T

Ho cambiato anche sistema di rating :D non ho resistito!
Spero che piaccia anche a voi :D
E fatemi sapere se avete problemi con il menu in alto o se il potrei cambiare qualcosa :3 i consigli sono ben accolti!

Appena posso vengo a fare un giuro nei vostri blog :-) un bacio a tutti!

14.5.14

Inferno - Francesco Gungui {recensione}

Ciao divoratori. Il libro del quale vi parlo oggi è Inferno. Quando l'ho visto in libreria a soli 5€ ne ho subito approfittato. La copertina è veramente fantastica!

Titolo: Inferno (Canti delle terre divise #1)
Autore: Francesco Gungui
Anno: 2013
Prezzo: 5,00€
Pagine: 432
Editore: Fabbri Editori

Se sei nato a Europa, la grande città nazione del prossimo futuro, hai due sole possibilità: arrangiarti con lavori rischiosi o umili, oppure riuscire a trovare un impiego a Paradiso, la zona dove i ricchi vivono nel lusso più sfrenato e possono godere di una natura incontaminata.
Ma se rubi o uccidi o solo metti in discussione l’autorità, quello che ti aspetta è la prigione definitiva, che sorge su un’isola vulcanica lontana dal mondo civile: Inferno. Costruita in modo da ricalcare l’inferno che Dante ha immaginato nella Divina Commedia, qui ogni reato ha il suo contrappasso. Piogge di fuoco, fiumi di lava, gelo, animali mostruosi rendono la vita impossibile ai prigionieri, che spesso muoiono prima di terminare la pena. Nessuno sceglierebbe di andare volontariamente a Inferno, tranne Alec, un giovane cresciuto nella parte sbagliata del mondo, quando scopre che la ragazza che ama, Maj, vi è stata mandata con una falsa accusa. Alec dovrà compiere l’impresa mai riuscita a nessuno, quella di scappare con lei da Inferno, combattendo per sopravvivere, prima che chi ha complottato per uccidere entrambi riesca a trovarli...
Inferno è stata una lettura piena di alti e bassi. La prima parte del libro è un alternarsi di capitoli interessanti e capitoli noiosi tanto che in alcune parti ero disorientata. Fortunatamente l'altra meta è stata più coinvolgente e appassionate.

Il mondo creato dall'autore è a dir poco geniale. Fantastica la struttura dell’Inferno con i suoi gironi, con le leggi del contrappasso, con le creature infernali anche se a volte non riuscivo proprio a immaginarmi certe cose e mi perdevo nelle descrizioni.
I personaggi sono caratterizzati benissimo e, personalmente, ho preferito di gran lunga quelli secondari a quelli principali. Nonostante Alec non mi sia dispiaciuto, non ho gradito il suo personaggio del tutto. Essendo il protagonista, l’eroe, mi aspettavo un personaggio più forte mentre nel corso della storia ogni volta erano gli altri a salvargli la vita. Maj da un certo punto di vista è il personaggio migliore, ma non quello che preferisco. E’ una ragazza del Paradiso e si comporta esattamente come si comporterebbe una ragazza viziata. Non l’ho sopportata principalmente per questo, ma è notevole come questo personaggio maturi. Mentre quello che ho preferito è Guido. Non so spiegare bene perché mi sia piaciuto, ma mi ha colpito subito, sin dalla sua prima battuta.

Ciò che non mi ha convinto è l’amore che scoppia troppo velocemente tra Alec e Maj.
Mi sembra poco credibile che due persone dopo un paio di incontri e qualche scambio di parola si innamorino follemente tanto da rischiare la vita.. anche se verso metà romanzo ho notato qualche incertezza anche da parte dei protagonisti o magari me lo sono solo immaginato XD 
Be’ spero di avere chiarimenti nel secondo volume.

VALUTAZIONE

CONSIGLI
Io consiglio a tutti coloro che hanno intenzione di leggere Inferno di leggere prima un riassunto, uno schema dei gironi dell'Inferno in modo da comprendere meglio i vari collegamenti!

CANTI DELLE TERRE DIVISE
#1 Inferno
#2 Purgatorio
#3 Paradiso

Non vedo l'ora di continuare questa trilogia :) e voi? L'avete letta? Vi è piaciuta? Fatemi sapere ^^

12.5.14

Book tag #18 Libri (e dintorni) dalla A alla Z.

Ciao divoratori :3 ogni tanto spunta dal nulla e vi lascio un post xD
Okay, non è solo colpa dello studio (si da il caso che io studi un giorno si e quattro no) ma è che proprio mi scoccia stare davanti al pc T_T vorrei scrivervi tanti di quei post ma quando accendo il computer non vedo l'ora di spegnerlo. Credo che mi sto quasi disintossicando da questa dipendenza *sorride fiera*
Nel frattempo mi sono dedicata alla lettura. Sto quasi finendo Inferno e dopo mi dedicherò del tutto a Sono il numero quattro, anche quest'ultimo a buon punto!
Dopo che ho visto questo tag praticamente in tutti i blog e dopo che ho mentito dicendo "sarà il prossimo che faccio", eccomi qua, una vita dopo, con il tag Libri (e dintorni) dalla A alla Z.


A - Autore con la A maiuscola (quello di cui hai letto più libri).
La Rowling batte la Clare soltanto di un libro :3 7 a 6!
B - Bevo responsabilmente, mentre leggo:
In realtà quando leggo non bevo. Mi scoccia troppo alzarmi e prendermi l'acqua :') per non parlare di quando trovo la posizione perfetta..chi si alza più! Ogni tanto però bevo una tazza di tè.
C - Confesso di aver letto:
Non ve lo posso dire, mi vergogno troppo. Ho letto Uno splendido disastro, ma questo lo sapete già.
Ho anche letto Twilight e all'epoca mi era pure piaciuto..però non rimpiango di averlo letto u_u
fortunatamente, nessun libro di Moccia :D
D - Devo smettere di:
leggere più libri contemporaneamente D:
Da quando ho aperto il blog lo faccio spesso. E' colpa vostra. Mi fate una brutta influenza!
E - E-reader o cartaceo:
cartaceo forevaaaah!
 ma, purtroppo, non posso fare a meno degli ebook ç_ç
F - Fangirl impenitente di:
no vabbé se mi metto a citare tutti i fandom a cui appartengo questo post non finisce più.
Ne cito alcuni: Hunger Games, Teen Wolf, Harry Potter, Divergent (a metà, devo ancora finire di leggere i seguiti. E' così che mi sono beccata un mega spoilerone è.é), Tfios, The100 e altri 45345 saghe e libri :3
G - Genere preferito e che di solito non leggi:
Distopico adoro, poliziesco nah.
H - Ho atteso a lungo per:
in realtà sono ancora in attesa di Unravel me, ma aspetto anche City of Heavenly Fire. E non ho ancora letto Città degli angeli caduti e Città delle anime perdute. Sono strana xD 
Un altro libro che ho atteso a lungo è The Elite. Però alla fine ancora non l'ho letto xD 
I - In lettura al momento:
Inferno di Francesco Gungui e Sono il numero quattro di Pittacus Lore.
L - Luogo preferito per leggere:
In tutti luoghi, in tutti i laghi ..
M - Miglior prequel di sempre:
The Infernal Devices. Vabbè ho letto solo questi prequel ahahah però è una trilogia bellissima u_u
N - Non vorrei mai leggere:
Un libro della McGuire. 
O - Once more (un libro che hai riletto tante volte, ma rileggeresti ancora):
mai riletto un libro, che io ricordi.
P - Perla nascosta (un libro che non ti aspettavi fosse così bello):
Raven Boys. Non mi ispirava per niente!
Q - Questioni irrisolte (un libro che non sei riuscita a finire):
Regalami una favola. Noia livello 3000.
R -Rimpianti letterari (serie interrotte o libri perduti che non potrete finire di leggere):
Che al momenti ricordi, Schegge di me ç___ç poi ci sono tanti di quei libri che ho iniziato e che ho paura che i seguiti non vedranno mai la luce qui in Italia T_T ad esempio L'angelo Caduto, Immortal Rules, Raven Boys..uscirà un seguito?
S - Serie iniziate e mai finite:
Il diario del vampiro e Il diario delle streghe.
T - Tre dei tuoi antagonisti preferiti:
Warner (schegge di me\Shatter me), Voldemort (Harry Potter..ma dai!?), Jackal (Immortal Rules).
U - Un appuntamento con (personaggio di fantasia):
un party hard con gente figa no, eh? Dunque..uno? solo uno? ç___ç
Jem (The Infernal Devices), scelgo te *____*
qualcuno aveva dubbi?
V - Vorrei non aver letto:
i libri della McGuire. Un tempo c'erano Moccia e Twilight. Oggi c'è la McGuire.
Z - Zanna avvelenata (quel finale che proprio non hai mandato giù):
I segreti di Coldtown. Avrei voluto almeno un'altra ventina di capitoli T_T

Non è carinissimo?
Se lo avete fatto anche voi e me lo sono persa lasciatelo nei commenti :)
Se decidete di farlo, fatemi sapere!!

8.5.14

chi ben comincia #11 Il labirinto

Ciao bellissimi ♥ eccomi di ritorno con la rubrica Chi ben comincia!
Chi ben comincia... è una rubrica ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri e consiste in poche, semplici regole:
• Prendere un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
• Copiare le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
• Scrivere titolo e autore per chi fosse interessato
• Aspettare i commenti

Cominciò la sua nuova vita tirandosi in piedi, circondato da un buio freddo e da un’aria viziata, che sapeva di polvere.
Udì un rumore sferragliante, metallico. Un fremito violento scosse il pavimento sotto i suoi piedi. Il movimento improvviso lo fece cadere. Poi si trascinò all’indietro, a gattoni, con la fronte imperlata di sudore nonostante l’aria fredda. Batté la schiena contro una parete di metallo duro contro cui scivolò fino a incontrare l’angolo della stanza. Si lasciò cadere sul pavimento e tirò le gambe al petto, stringendole forte, nella speranza che gli occhi si abituassero presto all’oscurità.
Con un altro scossone, la stanza salì di botto verso l’alto, come fosse un vecchio ascensore nel pozzo di una miniera.
Suoni stridenti di catene e pulegge echeggiarono nella stanza, come macchinari di una vecchia acciaieria, rimbombando tra le pareti con un cupo gemito metallico. L’ascensore buio salì, oscillando avanti e indietro, rivoltando lo stomaco ormai inacidito dalla nausea del ragazzo. Poi si sentì pervadere i sensi da un odore di nafta bruciata che lo fece stare anche peggio. Voleva piangere, ma non trovava lacrime. Riusciva solo a starsene seduto lì, da solo, in attesa.
Mi chiamo Thomas, pensò.
Quella... quella era l’unica cosa che riuscisse a ricordare riguardo alla sua vita.

Che ne pensate? 
io sono ancora indecisa se leggere in formato ebook o aspettare che esca in cartaceo ç__ç 
tra l'altro la copertina italiana è davvero orrenda. Anche quella originale non è chissà che cosa, ma è quella italiana è proprio "D:"
Qualcuno di voi lo ha già letto? Fatemi sapere :D

6.5.14

Contratto fatale - Jennifer Probst {recensione}

Ciao divoratori ♥ aumentate a dismisura giorno dopo giorno, sono emozionata aaw *-* ogni singolo follower che si aggiunge non sapete quanto mi renda felice!
Oggi purtroppo devo saltare la Top Ten (ultimamente la salto spesso) ma ho deciso di dare la precedenza alle recensioni. E se non le scrivo subito lo dimentico ed è così che nascono le recensioni in arretrato.
Ho notato che il post della rubrica Special - Cosa odio in un libro è stato di vostro gradimento! Ho letto tutti i vostri commenti ed è stato bello sfogarsi, essere compresi e capire di non essere l'unica al mondo :3 credo che farò spesso post del genere ^^

Il libro di cui vi parlerò è Contratto Fatale di Jennifer Probst , secondo volume della serie Marriage to a Billionaire. I libri sono collegati tra loro, ma possono essere comunque letti separatamente.

4.5.14

Special #2 Cose che non sopporto in un libro

Ciao divoratori ♥ in questa noiosa domenica che dovrei passare studiando, vi lascio un post della rubrica Special . Ad essere sincera non mi andava di scrivere un post della rubrica weekly recap dato che qualche giorno fa ho pubblicato la monthly recap.


Scusate, ma mi scocciava troppo creare un nuovo banner xD Nella puntata di oggi vi parlerò di cosa non sopporto in un libro, più nello specifico Cosa mi fa alzare gli occhi al cielo quando leggo un libro.

Quante volte vi è capitato di trovare sempre gli stessi modi di dire in un libro? Ad esempio, i capelli arruffati. TUTTI I RAGAZZI nei libri hanno i capelli arruffati. Vabbè, c'è crisi, il pettine costa. Dovrei regalarglielo io uno. O magari del gel. Fatto sta che nella realtà i ragazzi con i capelli così sembrano degli scappati di casa. Ah, poi ci sono le ciocche ribelli. Che monelli, che trasgry.
Oppure tutti i personaggi dei libri sono dei grandi lettori, fatto sta che io non ho mai trovato una scena in cui leggono. Insomma, sono amanti dei libri questo dovrebbe bastare a farceli prendere in simpatia. In teoria.

A volte ci sono quelle protagoniste tutte per bene, timide, vestite con i pantaloni sotto il petto, la maglietta fino ai piedi e converse, che poi passano il 70% del tempo a indossare tacconi che farebbero invidia a Gaga e vestitini che a malapena le coprono la pancia e nelle discoteche si strusciano con cani e gatti. In poche parole, quei personaggi coerenti.

Vogliamo parlare degli uomini che 'tu sei diversa, non ho provato mai niente per nessun altra, bla bla bla..' dopo due pagine? Oppure "quando ti ho vista ho capito che tu non eri come le altre". AHAHAHAH serio? Cos'è che hai capito? Che è una verginella?

Poi ci sono le tipe che 'inutile che ci provi, sono una ragazza per bene, non sono interessata a fare sesso con te' e poi non fa altro che sbavare per gli addominali del figo di turno. Oppure ci sono gli amici dei protagonisti! Questi sembrano tutti gli stessi! Sempre ubriachi, sempre alle feste, sempre a scopare. Fanno la bella vita.

Ci sono anche le stronze di turno. Bionde naturali o bionde ossigenate (sono sempre bionde) e senza un pizzico di cervello. O le nuove arrivate, cesse da morire ma che nella nuova scuola fanno strage di cuori. Gli studenti saranno così morti di figa che appena vedono 'sta tizia vanno fuori di testa. Oppure gli amici gay. È la nuova moda degli Young adult 'ma si, mettiamoci l'amico gay così non può non piacere'. Allora, non che io abbia nulla contro i gay, ma a volte mi da fastidio che gli autori sfruttino certe situazioni per far piacere un personaggio. Oppure i genitori. Ma 'ndo cazzo stanno? Solo i miei quando esco mi fanno il terzo grado? Ci sono quelli che partono e abbandonano i figli. Certo, che sarà mai? Possono campare da soli! Lasciamogli casa, soldi e tutto il patrimonio e noi andiamo alla scoperta del mondo. Oppure quelli che ci sono ma non ci sono. Se non sono in qualche vacanza speciale che richiede la sparizione per tutte e 300 pagine del libro, sono a lavoro o sono fuori città, o sono a fare qualche commissione segreta.

In quei libri ambientati a scuola ..i protagonisti quando cazzo lo trovano il tempo per studiare e avere ottimi voti? Sono sempre a deprimersi, a qualche festa o a farsi i flash mentali sui bonazzi!
 Ah, dimenticavo! Se manco vanno a lezione, figuriamoci se studiano!
Poi vogliamo parlare di quelle storie di solo sesso che finiscono per diventare amore?
Non può per una santa volta rimanere solo sesso e lasciare di stucco tutti?

Poi ci sono i bad boy che si rincoglioniscono tutti quando si innamorano e diventano dei cagnolini graziosissimi. Se uno è stronzo, stronzo rimane. Ci sono anche i personaggi fidanzati da millenni, che incontrano qualcuno che ci provano come cani in calore e vengono rifiutati. Guarda caso manca il tempo di dire 'no sto con un tizio' che si lasciano. Perché la protagonista deve mettersi per forza con quello. Un libro non può finire con la ragazza che gli dice 'vattene a fanculo, sto con un altro', no. Mai una storia che finisce così. Sempre tutti felici e contenti. La protagonista deve finire per forza con quello. Mai un colpo di scena e si mette con un tizio di cui nessuno sospettava.

Okay, chiudiamola qua. Spero di avervi fatto fare quattro risate e che io non debba ricevere pomodorini in testa per la mia critica xD E' un post per scherzare perché alla fine, se lo scrittore è davvero bravo, a queste piccolezze nessuno ci fa caso.

Adesso tocca a voi. Cosa non sopportate in un libro?
Fatemi sapere :D


3.5.14

Post random #4

Buona sera divoratori ♥ come passerete questo sabato? Io probabilmente a casa, fuori c'è una tempesta. Mi sa che sta arrivando l'inverno, altro che estate. 
Oggi un post tutto chiacchiere :3
Innanzitutto, avete notato che ho fatto qualche piccola modifica al blog? Come vi sembra? E' meglio che il menu sia fissato in alto? 

ACQUISTI 
Sono andata al centro commerciale e un salto in libreria ci sta, no? Ho acquistato subitissimo Città degli angeli caduti e Inferno di Francesco Gungui, nella nuova edizione. Sinceramente di questo libro a stento ricordo la trama xD ma so che è ispirato alla Divina Commedia ed è bastato questo per convincermi!
Ho comprato anche quel carinissimo segnalibro, nonostante ne abbia un centinaio (che non trovo mai xD).

A MAGGIO IN LIBRERIA
Perché non riesco a realizzare che siamo a maggio? Non è la prima volta che al posto di maggio dico\penso o scrivo marzo xD Sopra avevo scritto "A marzo in libreria" xD Ecco le novità del mese che più mi interessano.
Questi sono gli unici che più mi ispirano. L'estate nei tuoi occhi non so nemmeno perché lo voglio xD ho la sensazione che sarà bellissimo e voglio leggerlo. Dopo aver letto Non cercarmi mai più, non posso non leggere Cercami ancora. Mi manca Drew e ho assolutamente bisogno di farmi quattro risate. Lo stesso vale con Finché amore non ci separi. Ho letto altri libri della Premoli e nonostante non spicchino per l'originalità, sono davvero molto divertenti.

SERIE TV
Ragazzuoli, state seguendo qualche serie tv? Io per il momento Star-crossed e The 100.

Star-crossed inizialmente mi piaceva tantissimo ma ultimamente lo guardo soltanto per svago, non perché mi appassioni. Non so, il fatto che in ogni puntate c'è una festa un po' mi da fastidio. Se non fosse per il fatto che in ogni puntata succede qualcosa di inaspettato, probabilmente lo avrei già abbandonato. The 100 invece mi sta piacendo parecchio. Ogni puntata è più bella della precedente. Bellamy è una gran bel personaggio, sono terribilmente pazza di lui. E lo sto shippando con Clarke come se non ci fosse un domani *_* Raven è anche un altro personaggio che mi piace :) Quando finirò entrambe le serie credo che ve ne parlerò!


Bene, per stasera è tutto. N
Buona serata :)