25 giugno 2015

Recensione L'anello dei faitoren di Emily Croy Barker

Buon pomeriggio, lettori <3
Oggi vi lascio la recensione de L'anello dei Faitoren, un libro che conta tantissime recensioni negative. A me sarà piaciuto? Continuate a leggere per scoprirlo.
Ringrazio la Giunti per avermi dato la possibilità di leggerlo :)

Titolo: L'anello dei Faitoren (The thinking woman's guide to real magic)
Autore: Emily Croy Barker
Pagine: 624
Edizione italiana: 2015
Editore: Giunti

E se bastassero poche, enigmatiche parole a trasformare una ragazza molto delusa in una creatura dai poteri eccezionali? Nora Fischer non ha mai pensato di possedere doti straordinarie o di essere destinata a grandi cose. Anzi, da quando il fidanzato l’ha lasciata e la speranza di una promettente carriera universitaria è svanita nel nulla, è convinta di valere ben poco. Finché un giorno, dopo una festa in campagna, si imbatte in una vecchia lapide su cui legge alcuni versi dal significato oscuro. Pochi istanti e Nora stenta a riconoscere il luogo in cui si trovava fino a un attimo prima: davanti a lei si staglia un maestoso palazzo circondato da un parco lussureggiante, e una donna vestita di bianco la accoglie con entusiasmo. Nora non sa ancora di trovarsi al cospetto di Ilissa, la potente regina dei Faitoren. Trascinata in un turbinio di feste, passeggiate a cavallo e cene fastose, coperta di splendidi abiti e gioielli, Nora diventa la donna seducente e irresistibile che ha sempre sognato di essere: la compagna ideale per il bellissimo principe Raclin, che la chiede in sposa. Ma qualcosa stride in quell’universo perfetto. Chi sono le creature spaventose che Nora scorge nottetempo? Sta forse impazzendo o qualcosa di terribile si nasconde dietro le lusinghe di Ilissa? E quell’uomo strambo che dice di essere il mago Aruendiel, perché insiste a metterla in guardia dai Faitoren e a volerle insegnare le arti magiche? C’è un pericolosissimo sortilegio da sciogliere, quello dell’anello che Raclin ha messo al dito di Nora. 
Un romanzo pieno di amore e crudeltà, per adulti e ragazzi, dove la magia è protagonista assoluta. Una storia che ha l’atmosfera della fiaba classica e il passo epico del fantasy contemporaneo.
Con tutte le recensioni poco positive che ho letto su questo libro, ero timorosa di iniziare la lettura. Sicuramente nemmeno il numero delle pagine incoraggia. Ad ogni modo voi sapete che un buon lettore che si rispetti adora farsi un'opinione propria e sapete anche che vado sempre controcorrente. Ecco, anche questa volta andrò controcorrente. A me L'anello dei faitoren è piaciuto. Certo, non è un libro perfetto e in genere ho trovato gli stessi difetti che hanno trovato altri lettori, ma tutto sommato l'ho apprezzato.


Nella prima parte della storia la protagonista Nora si ritroverà in un altro mondo dove incontrerà i Faitoren, delle strane creature dotate di poteri magici un po' particolari, bellissime e perfette all'apparenza. Infatti la loro magia non è altro che un'illusione e Nora lo scoprirà sulla propria pelle. Questa prima parte è confusa e strana, come a sottolineare gli incantesimi di cui è vittima la protagonista, ma non ci vuole un genio per capire cosa le sta succedendo. Successivamente Nora incontrerà un mago, Aruendiel, che le darà una mano e le insegnerà ad usare la magia. Da questo momento in poi la storia diventa molto più coinvolgente, soprattutto per la presenza di quest'ultimo. Infatti Aruendiel non solo è il personaggio più interessante, ma anche quello più approfondito. Gli altri personaggi si conoscono in maniera molto superficiale e in genere non spiccano per originalità, compresa la protagonista che mi ha lasciata indifferente per gran parte della storia, mentre negli ultimi capitoli mi ha irritato tantissimo. Un altro punto negativo è la mancanza di descrizioni fisiche che mi hanno reso impossibile immaginare i personaggi nella mia testa. Il resto della storia procedete lentamente, ma questa lentezza non mi ha dato particolarmente fastidio poiché ho letto il libro a piccole dosi, a volta facendo una pausa di qualche giorno. In queste seicento pagine l'autrice delinea il mondo che ha creato, una realtà parallela simile al medioevo. Ciò che ad un certo punto non mi è stato chiaro però era lo scopo del libro. Pensavo che il fulcro della storia fosse la vendetta di Nora verso i Faitoren, mentre la storia per lo più segue le giornate tipo della protagonista in questo nuovo mondo e il suo approccio alla magia. Probabilmente il fine dell'autrice era quello di delineare questa nuova realtà, ma poteva organizzare in modo diverso lo svolgimento della storia. Il finale non mi ha particolarmente soddisfatta. Pensavo ci sarebbe stata una bella battaglia, ma in realtà noi non vi assistiamo e insieme a Nora dobbiamo aspettare l'esito della battaglia.

L'anello dei Faitoren è sicuramente un ottimo inizio per quella che a quanto pare sarà una serie. Consiglio la lettura di questo libro a coloro che amano la magia, ma soprattutto a coloro che non temono le seicento pagine e la lentezza della storia. 

Cosa ne pensate di questo libro? Per quanto riguarda i seguiti non si sa nulla. A quanto pare l'autrice sta scrivendo un sequel, ma su Goodread non ci sono altre informazioni. 

22 commenti:

  1. Ciao Giusy! <3 Io non sono molto sicura di leggerlo perché avrei paura di annoiarmi e quindi finire col non finirlo! All'inizio la trama mi ispirava.. vediamo se cambierò idea ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i libri così lunghi e lenti non ti fanno paura, allora potresti leggerlo :)

      Elimina
  2. Non so, non penso che lo leggerò! Mi sa di noioso ><

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhm, non so. Se le pagine e lo stile prolisso non fanno per te, allora te lo sconsiglio!

      Elimina
  3. Già sai cosa ne penso, però la cosa strana è che mi ritrovo abbastanza con la tua recensione. Anche io ho trovato Aruendiel il personaggio più interessante e meglio costruito, che spicca in un panorama di personaggi troppo numerosi e assolutamente piatti. Il finale mi ha fatto davvero innervosire.. 600 pagine in cui non succede quasi nulla, e poi non c'è nemmeno un misero scontro finale. O meglio c'è, ma siccome Nora non vi prende parte, allora non lo vediamo neanche noi >_<
    Alla fine credo di avergli dato un voto basso soprattutto per la delusione, perché all'inizio non mi stava dispiacendo, e mi rendo conto del potenziale che aveva la storia.. quindi mi dà ancora di più ai nervi che non sia stato sfruttato a dovere.
    p.s.: non mi ero accorta delle faccine.. ma che carine!! *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, ad un certo punto della storia io non sapevo che pensare. Mi piaceva, ma ero anche consapevole che la storia era piena di difetti. Alla fine ho dato tre stelline e mezzo perché, difetti a parte, non mi era dispiaciuto :3 le mie aspettative era piuttosto basse, forse mi è piaciuto proprio per questo :)

      Elimina
  4. Hey Giusy!
    Ho visto il libro su diversi blog, sembra carino anche se poteva essere migliore a quanto ho capito...
    Ci faccio un pensiero :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Fammi sapere se lo leggi :P

      Elimina
  5. Non so se lo leggerò sinceramente.. all'inizio mi incuriosiva poi però mi è un pò passata la voglia, magari ci farò un pensierino quando usciranno anche i seguiti, ma per ora passo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, ci sono tantissime recensioni negative..pensa che all'inizio era passata anche a me la voglia!

      Elimina
  6. Nonostante tutto mi hai incuriosità, anche io di solito vado un po controcorrente e devo farmi una mia opinione, mi par assurdo parlar male di un autore se non si hanno basi solide alle spalle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, poi più ne parlano male più sono curiosa ahah

      Elimina
  7. Sono contenta che ti sia piaciuto! :) penso che gli darò una possibilità ma aspetterò prima di avere notizie un po' più certe sui seguiti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al momento non si sa nulla! Ad ogni modo credo che questo libro sia stato pensato come stand-alone..non so perché, forse per il fatto che su goodreads non dice che è una saga, ma mi sa di un libro diventato serie per il successo.

      Elimina
  8. Oh finalmente trovo un secondo per leggere questa tua recensione xD
    L'ho vista ieri ma non ho mai avuto più di un secondo di fila -_-"
    Non so, sono dubbiosa. Come sai sono molto severa su fantasy e simili xD Non mi fanno paura tante pagine e neppure la lentezza, più che altro pretendo la credibilità dell'ambientazione e dei personaggi xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, allora non saprei se consigliartelo o meno xD se ne hai l'occasione, leggilo. Magari a te piace. Per quanto riguarda i personaggi, alcuni sono molto interessanti, altri un po' stereotipati.. l'ambientazione invece è molto interessante :3

      Elimina
  9. Bastian contrario ahahahah XD
    No dai, a parte gli scherzi, ho letto recensioni sulla media per questo romanzo... mi incuriosiva, e se mi capiterà l'occasione lo leggerò, ma al momento darò la precedenza ad altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente perché i difetti sono molto evidenti, persino ad una come me che si stava godendo il libro :3

      Elimina
  10. Penso che non lo leggerò almeno finché non sarà completata tutta la serie ;D
    Certo, seicento pagine non è che invogliano e se la storia scorre lentamente è peggio.
    Pensavo che gli avresti dato due ahahahah ma vabbè.
    Per adesso passo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dai ahahahah l'avevo scritto che mi era piaciuto nonostante i difetti y_y sei sempre la solita :P

      Elimina
  11. Non ho letto molti pareri positivi su questo libro e mi sa che non lo leggerò, in questo periodo ho proprio voglia di letture leggere e frizzanti e questo sembra l'opposto! :)

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.