9.12.16

Recensione "God Breaker" di Luca Tarenzi

Buon pomeriggio divoratori c:
Oggi vi lascio la recensione di un degli ultimi libri che ho terminato. Fatemi sapere il vostro parere!

God Breaker, Luca Tarenzi
477 pag, 2013, Salani.
Gli dei esistono. Camminano in mezzo a noi, vivono dentro e fuori la realtà di tutti i giorni, hanno macchine, uffici, soldi… Ma non tutti. Alcuni stanno morendo, travolti dalla perdita di tutti i loro seguaci; altri combattono una lotta spietata per tenersi il proprio posto nel mondo, usando tutti i loro poteri per conquistarsi l’agiatezza e agire in incognito.Ma un giorno uno di loro, Liathàn, si ritrova coinvolto in una sfida: un ragazzo, giovane e apparentemente potentissimo, è sulle sue tracce, e non si fermerà finché non sarà riuscito ad annientarlo. Chi è questo giovane? Edwin – questo è il nome del ragazzo – mostrerà di essere un nemico estremamente pericoloso, in cerca di una vendetta i cui motivi Liàthan ignora del tutto.Un anno esatto durerà la sfida, e se al termine Liàthan non sarà riuscito a fermare il suo avversario morirà, inesorabilmente e senza che niente possa impedirlo.
E' la prima volta che leggo un libro di Luca Tarenzi. All'inizio non sapevo cosa aspettarmi: ho sempre sentito parlare bene di questo autore, ma negli ultimi tempi gli urban fantasy ad avermi intrigato si possono contare sulle dita di una mano. Complice la reading chain che sto facendo con alcune mie amiche blogger, ho approfittato di questa occasione.

Sarò sincera: questo libro all'inizio è stato un parto. Goodreads dice (e ci possiamo fidare, perché aggiorno sempre subito le mie letture) che l'ho iniziato il 2 settembre e finito il 30 novembre. Ben tre mesi. Questo perché per circa metà non riusciva a coinvolgermi più di tanto. Piacevole, certo, ma non abbastanza da farmi macinare capitoli su capitoli a tempo record. Insomma, è stato un prendi e lascia continuo.
Poi la svolta. Quando mi sono messa di impegno è ho detto "devo finirlo" ho sì, fatto inizialmente uno sforzo, ma dopo circa metà libro la lettura ha iniziato ad ingranare davvero. tant'è che mi è piaciuto molto.

I personaggi sono il punto forza a mio parere. Ho adorato il "trio divino" (come l'ho ribattezzato xD), ovvero il protagonista Liàthan e i suoi due compari, Siaghal e Naire. Sono davvero un trio fantastico, mi hanno fatto morire dal ridere. I loro capitoli li ho trovati molto più piacevoli da leggere rispetto a quelli di Edwin e di Molly - lui semidio rompicoglioni, lei una prostituta che si ritroverà coinvolta in una scontro tra dei - principalmente per il fatto che lui mi stesse antipatico e perché i capitoli di Molly a volte fossero ripetitivi e a volte lenti a causa dei flashback. Poi però la svolta che prende la storia mi è piaciuta parecchio e mi ha portato ad apprezzare anche questi due personaggi.

La storia è decisamente ben costruita. Tarenzi riesce a mischiare bene diverse culture e a spostare con abilità l'ambientazione da una città all'altra. Forse però gli elementi che mette in gioco l'autore sono troppi per un volume soltanto.  Non fraintendete, il fatto che sia un volume unico non mi dispiace, ma l'universo creato da Tarenzi personalmente credo che avrebbe avuto bisogno di un altro libro, perché ad un certo punto le informazioni sono talmente tante che a volte facevo fatica a ricordare.

Del resto però non mi è dispiaciuto per niente. E' un libro che ha bisogno di tempo per appassionarti e quando lo fa difficilmente riesci a staccarti dalle pagine.
Voto finale: 7,5\10

6 commenti:

  1. Yeeeaaahhhh!!! Sono felicissima, Giu, che dopo alti e bassi, alla fine il giudizio sia comunque positivo :3 Non vedo l'ora di leggerlooo (e di godermi i tuoi commentini, eheh) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi ;)
      Con i commenti sono stata abbastanza generosa ahahah

      Elimina
  2. Splendido, il mio preferito di Luca ^_^

    RispondiElimina
  3. Lo lessi anche io pochi anni fa e ricordo anche io che il semidio mi stava parecchio sulle scatole, eppure a fine storia ho apprezzato la storia costruita dall'autore.
    Di Tarenzi lessi"Quando il diavolo ti accarezza", una lettura dinamica anche quella e con interessante il rapporto tra il demone evocato e l'umana che se lo deve accollare. I soliti rapporti peperini ma che non stancano perchè non stucchevoli. A proposito li hai già incontrati in God Breaker!!!

    RispondiElimina
  4. la cover mi attira tantissimo! Il fatto però che l'inizio sia lento mi frena

    RispondiElimina
  5. Anche io sono contenta che alla fine tu non l'abbia bocciato completamente! :) La cosa mi fa ben sperare!!! :)

    RispondiElimina

Lascia un segno del tuo passaggio. I vostri commenti sono l'anima del blog. Lo spam sarà automaticamente cancellato.